Olbia (OT): Presentazione del libro “Le ali di Viola Amélie” di Giannella Biddau

Olbia (OT): Presentazione del libro “Le ali di Viola Amélie” di Giannella Biddau

Giovedì 30 maggio alle 17:30, presso la Biblioteca Simpliciana, si terrà la presentazione del libro di Giannella Biddau, intitolato “Le ali di Viola Amélie“, un romanzo di investigazione e ricerca. L’opera, densa di rimandi alla poesia, alla letteratura, alla filosofia e al simbolismo dei fiori, propone uno scavo di una donna nella propria anima e nella propria storia. Tale ricerca intima si traduce anche nell’indagine che la protagonista svolge sulla vita di un pittore preraffaellita scozzese di metà Ottocento. La passione e la determinazione di Viola Amélie la portano a scoprire quadri dimenticati e, letteralmente, a dissotterare un’antica storia di passione, amore e dolore che il tempo aveva fatto dimenticare. L’evento, patrocinato dal Comune di Olbia, è organizzato in collaborazione con il Liceo Scientifico L. Mossa e sarà moderato da prof. Filippo Pace con l’intervento e la lettura di qualche pagina del testo da parte di prof. Tino Scugugia.
Si ringrazia la prof.ssa Alessandra Nieddu per la coordinazione e il prezioso sostegno.

Giannella Biddau è nata a Sassari. Dopo aver frequentato il Liceo Scientifico L. Mossa si è laureata in Lingue e Letterature straniere all’Università di Sassari, ha conseguito l’Abilitazione all’insegnamento in Inglese presso la Pädagogische Hochschule di Berna e si specializzata anche nell’insegnamento dell’Italiano L2 all’Università per gli Stranieri di Siena. Inoltre, è Dottore di ricerca in Lingue, Letterature e Culture dell’età moderna e contemporanea dell’Università di Sassari dove ha insegnato ed è stata cultrice di materia in Didattica.
Accanto alla professione di docente di Lingue e Letterature straniere, svolta per lunghi anni in Svizzera e dal 2010 in Italia, organizza dal 2013 gli incontri del Caffè letterario itinerante “Le chat tigré” (Le chat tigré caffè letterario itinerante, Olbia) ed è autrice dell’opera scientifica “Costruttivismo ed esperienzialismo per l’apprendimento dell’italiano L2 nelle visite museali” (2018).

Un estratto dal capitolo 9 del romanzo:

“21 marzo 2013. La stagione della rinascita era finalmente arrivata, puntuale, annunciata dalle prime rondini che, simili a serafini, si esibivano in agili giravolte.
La Primavera mediterranea dava un magnifico spettacolo di sé. Come l’esplosione di una stella, sparpagliava qua e là fiori splendenti simili a pepite d’oro ornando il bellissimo vestito verde della Natura: ginestre, bocche di leone, cicerbite e margherite di ogni specie decoravano il velluto della campagna come bottoni pregiati; jacquard viola di pervinche e fumarie abbellivano i cigli delle strade e meravigliosi pizzi bianchi di asfodeli regalavano l’ultimo tocco d’eleganza a quel morbido abito che si estendeva sino alla veranda della casa di Viola. La bellezza del paesaggio si mostrava esuberante ai suoi occhi, il profumo della Natura la estasiava e i primi raggi di sole temperavano la sua anima.
Quella mattina Viola fece una passeggiata con la sua diletta Mirtillo verso la collina rocciosa. Percorreva a passo lento il manto cangiante della campagna; un leggero venticello soffiava tra le chiome in fiore dei peri selvatici creando incantesimi di petali bianchi nell’aria e setificando il cielo con buffi di polline. I raggi del sole la accarezzarono riscaldandola sino alla collina. Mirtillo, abbaiando gioiosamente, le faceva strada nello stretto sentiero che portava alla cima. Quando la donna si fermò a metà altura, per prendere fiato, vide, sotto di sé, un panorama fiabesco. Campagna e colline si srotolavano come un tappeto sino all’orizzonte; il celeste del cielo infinito si tingeva magicamente di bianco al passaggio di qualche nuvoletta e le uniche voci udibili erano i muggiti e i belati delle greggi lasciate libere di pascolare.
Arrivata alla vetta, si sedette con le gambe a penzoloni su una sporgente roccia di granito…”

Lucio Ghezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *