l’ irrisolvibile enigma della toponomastica tempiese

Quel che è certo è che volontari di openstreetmap non sono riusciti a risolvere l ‘enigma. Occorrerà rivolgersi agli esperti e, presumibilmente, ben pagati tecnici di Google Maps. Forse questi ultimi riuscirano a risolvere l’ enigma della toponomastica di Tempio Pausania. Esiste, infatti, nell’ amena cittadina sarda una piazzetta (che vedete sopra)situata a pochi passi dal Teatro del Carmine, senza nome. Questa piazzetta, oltre che ad essere inutilizzabile, perché priva di panchine o altre futili comodità  non è stata “battezzata”. Vi immaginate se un turista che non conosce il posto dovesse  avere un malore proprio lì. Come farebbe a segnalare la sua posizione ai soccorsi? Gli spaventati accompagnatori si dannerebbero inutilmente con i loro smartphone a geolocalizzare la piazzetta su openstreetmap o le mappe di Google. D’ altro canto, però, esiste, sempre a Tempio Pausania un parco  inesistente che ha però tanto di targa.

Per fortuna, il desolante parco è dedicato ad uno sconosciuto garibaldino (individuato chissà e  come chissà da chi e considerato meritorio di una piazza per meriti per non meglio precisati ) e non, ad esempio, a Madre Teresa di Calcutta o Bertrand Russell neanche lontanamente presi in considerazione dalla toponomastica cittadina ( eppure entrambe qualche motivo in più per essere ricordati dello sfortunato garibaldino ce l’avrebbero). Comunque, l’ enigma da sottoporre agli esperti è il seguente :perché due spazi accomunati dall’ essere inutili e frutto di spreconeria  non vengono accomunati dando loro anche lo stesso nome? Quale? Piazza dell’ Inutilità.

Lucio Ghezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *