Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1594873463.9817709922790527343750', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_post_views']
INSERT INTO wp_post_views (id, type, period, count) VALUES (42440, 0, '20200716', 1) ON DUPLICATE KEY UPDATE count = count + 1

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_post_views']
INSERT INTO wp_post_views (id, type, period, count) VALUES (42440, 1, '202029', 1) ON DUPLICATE KEY UPDATE count = count + 1

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_post_views']
INSERT INTO wp_post_views (id, type, period, count) VALUES (42440, 2, '202007', 1) ON DUPLICATE KEY UPDATE count = count + 1

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_post_views']
INSERT INTO wp_post_views (id, type, period, count) VALUES (42440, 3, '2020', 1) ON DUPLICATE KEY UPDATE count = count + 1

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'piazzaga35937'@'2001:4b78:1001::5501' for table 'wp_post_views']
INSERT INTO wp_post_views (id, type, period, count) VALUES (42440, 4, 'total', 1) ON DUPLICATE KEY UPDATE count = count + 1

La Maddalena: assistenza sanitaria free! – piazzagallura.org

La Maddalena: assistenza sanitaria free!

La Maddalena: assistenza sanitaria free!

Lo dice l’analisi annuale sulla Sanità della Corte dei Conti, non una cittadina qualsiasi di La Maddalena (che però lo vive tutti i giorni): “differenze inaccettabili nella qualità dei servizi offerti nelle diverse aree del Paese; delle carenze di personale dovute ai vincoli posti nella fase di risanamento, ai limiti nella programmazione delle risorse professionali necessarie, ma, anche ad una fuga progressiva dal sistema sanitario pubblico; dalle insufficienze dell’assistenza territoriale a fronte del crescente fenomeno delle non autosufficienze e delle cronicità; dal lento procedere degli investimenti sacrificati a fronte delle necessità correnti”. E ancora: “evitare che inefficienza e cattiva gestione si mangino le risorse aggiuntive destinate ad aumentare i servizi al cittadino”. Su questo sistema sanitario dissestato è arrivato il Covid ed ha fatto esplodere palesemente le carenze: “la concentrazione delle cure nei grandi ospedali verificatasi negli ultimi anni e il conseguente impoverimento del sistema di assistenza sul territorio, divenuto sempre meno efficace, ha lasciato la popolazione senza protezioni adeguate di fronte alla pandemia…..una debolezza anche dal punto di vista della difesa complessiva del sistema quando si è presentata una sfida nuova e sconosciuta – come siega l’analisi”. Il rapporto della magistratura contabile arriva a poche ore dall’ultimo caso drammatico accaduto a La Maddalena, in cui una serie di carenze dovute al progressivo azzeramento dell’assistenza sanitaria territoriale sull’isola, ha contribuito alla morte di una persona mentre le modalità di soccorso andavano in tilt: impossibilità per il Pronto Soccorso cittadino di poter assistere i codici gialli e rossi, norma stabilita con una recente circolare regionale, inabilità per il 118 non medicalizzato di poter “correre” verso un ospedale attrezzato, arrivo dell’elisoccorso in tempi inaccettabili per la gravità di alcune patologie, problema ulteriore del “tampone sì, tampone no” dovuto al Covid. Ebbene, non c’è che dire: un capolavoro di inadeguatezza, inefficienza, ma soprattutto una palese diseguaglianza di opportunità e di cura per chi si ammala sull’isola, a fronte dello stesso identico costo del ticket su prestazioni (che poi la Sanità pubblica regionale non riesce a garantire) per un anziano di La Maddalena così come per chi vive a Cagliari. La cosa peggiore è che la cittadinanza maddalenina non ha da tempo, nemmeno una adeguata rappresentanza politico istituzionale che sia in grado di “mettere a ferro e fuoco” il sistema regionale  per OTTENERE il ripristino di condizioni di cura adeguate ad una popolazione di 11mila persone che si ammala come il resto del mondo senza avere l’assistenza cosi come nel resto del mondo!

Enza Plotino - giornalista ambientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *