cura oscura

Chiaccheriamo un po’ con Guseppe Pulina , giornalista, filosofo e docente di rango assaporando n caffè, e arriviamo al dunque: parlare del suo ultimo libro “La cura. Anche tu sei un essere speciale” (Edizioni ZONA), una lunga e raffinata vaiazione sul tema proposto dalla coppia Battiato Sgalambro nrlla celeberima omonima canzone.
Come si fa a passare dagli animali alla musica ? [il precedente lavoro di Giuseppe Pulina è appunto “Animali e filosofi]
E’ che mi sento tanto animale musicale che anche per me vale in parte quello che diceva Win Wenders “ILl rock mi ha salvato la vita”. A me se non l’ ha salvata l’ ha condita e questo basta e avanza.
Perchè proprio “La cura” ?
Pechè è una canzone estremamente filosofica… Va al cuore e assedia il cevello, mettendo direttamente in gioco chi l’ ascolta.
In che modo ?
“La cura” è una canzone d’amore ma: promette guardigione e addirittura di sovvertie l’ ordine naturale “andando contro le correnti gravitazionali e l’ invecchiamento”  pe essere un essere speciale.
Chi è questo essere speciale?
Nell’ identità di questo essere speciale consiste il fascino della canzone, perché tutti in fin dei conti siamo esseri speciali.
In che senso ?
Nel senso che ogni essere vivente è un’ entità irirducibile e portatrice di talenti peculiari e specialità. Ttto sta a riconoscere in sé e negli altri queste benedettissime specialità.
Ma allora è nel riconoscimento di queste specialità che consiste la cura ?
Sì perchè la cura è un inno all’ empatia enon può esserci guarigione senza un rapporto empatico.
Facciamo un passo indietro: da cosa dobbiamocurarci ? Dalle malattie, dal male, dal trascorrere del tempo, dalla vecchiaia, dalla morte …O dalla vita ?
Dalla vita, facendo della vita stessa l’ antidoto a cui ricorere, Ciò significa per dirla col nostro caro, vecchio Nietsche, che occorre avere il coraggio di amarla fino in fondo anche quando sembra tradirci.
Ma è la vita che ci tradisce o siamo noi che tradiamo la vita ?
La vita non è mai fraudolenta.
La presente intervista è tratta dalla bellissima rivista Crisi Fanzine  http://issuu.com/crisifanzine/docs/crisi_fanzine_numero_1  che speriamo di rivedere presto in edicola ma soprattutto sul web. Per sapere qualcos’altro sul libro di Pulina  si può dare uno sgardo al sito  http://www.rockol.it/libri-682/Giuseppe-Pulina—La-cura ma soprattutto  leggerlo.

Lucio Ghezzo

Lucio Ghezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *