Budoni (OT): Progetto “Budoni Accessibile”

Budoni (OT): Progetto “Budoni Accessibile”

Sul sito budoninews.it si legge quanto segue:

Il comune di Budoni quest’anno, oltre che sulla bellezza e la pulizia dei suoi litorali, e i tanti servizi turistici correlati, ha deciso di puntare anche sull’accessibilità per i propri turisti: l’amministrazione ha lanciato il progetto “Budoni Accessibile”, un’iniziativa che ha l’obiettivo di rendere accessibile il territorio Budonese, e si inizierà proprio dalle spiagge, che grazie all’acquisto di Carrozzine da mare renderà accessibili tutti i litorali a chi ha una disabilità motoria.

Grazie al nuovo modello di sedie JOB e alle passerelle mobili, le nostre spiagge  saranno più accessibili – dichiara il consigliere comunale Fabrizio Mesina – il modellodi sedia job infatti,, è un prodotto specifico per la balneazione di persone con disabilità, con essa si potrà risolvere il problema di entrare in acqua, grazie alle sue particolari ruote a sezione variabile e deformazione controllata, si potranno affrontare molto facilmente oltre che le zone sabbiose anche quelle con la presenza di ciottoli e ghiaia;  
con il progetto “Budoni Accessibile” – continua Mesina –  è nostro intendimento andare ad abbattere tutte le barriere architettoniche del territorio, sto personalmente mappando la via Nazionale per individuare le criticità per poi comunicare all’ufficio tecnico dove e come intervenire, siamo partiti dalla via principale ma è nostra intenzione mappare e intervenire su  tutto il paese per risolvere in questa legislatura le criticità dovute alle barriere architettoniche;
 un’altra iniziativa della quale siamo orgogliosi riguarderà l’inserimento all’interno del nuovo parco giochi comunale di vari giochi per i bambini con disabilità; e per concludere il tutto a breve inizieranno i lavori per il più ampio progetto del lungo mare contornato da tutta una serie di servizi correlati;
il mio impegno come consigliere è quello di segnalare le criticità agli uffici competenti e all’intero consiglio comunale con l’intento di  sensibilizzare su tale argomento,  per fortuna questa amministrazione si è resa da subito disponibile ad accogliere i miei consigli, vorrei trasmettere tale sensibilità anche alla popolazione, in un paese civile il rispetto del prossimo deve essere la base di tutto, tanto più verso chi ha una disabilità, colgo l’occasione per invitare gli automobilisti a non occupare i parcheggi riservati ai portatori di handicap e alle varie attività commerciali di adeguare i propri locali affinchè siano fruibili anche da chi ha disabilità motorie.

Un discorso che pone l’accento
su un fantastico, nobile evento:

Ci si gemella in modo ufficiale

con tutta la Terra nel suo totale.

Si controfirma in forma solenne

un importante trattato perenne,

che rende legge la convinzione

che ogni uomo è un’emozione.

Così infine si pone in scadenza

l’orrenda idea di differenza.

Su questo articolo si taglia corto:

Sui documenti o sul passaporto

in bella vista si scriva sul fondo:

è un cittadino di tutto il Mondo.

 

l giorno è solenne a Budonville,

si apre un parco in via Sinfonia,

di giochi nuovi appena ultimati,

dove passare momenti incantati.

Bimbi piccoli e persone grandi,

vanno a spasso su prati giganti.

Sull’altalena e sulla giostrina

si può agganciare la carrozzina.

Perfino i fiori in quel giardino

sanno sorridere ad ogni bambino.

In questo parco basta assai poco

per trasformare tutto in un gioco.
Nessuno può essere trattato in modo disuguale a causa della diversa abilità fisica o mentale. Tutti devono essere rispettati, a videcci sani.

Margherita Cossu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *