tempio pausania (ot): “Una grande Musica per un grande Maestro”. Intervista a Sandro Fresi, direttore artistico degli eventi musicali per l’ inaugurazione della bellissima piazza “Fabrizio de Andrè”

Il musicista Sandro Fresi

Il 21 e 22 luglio 2016  Tempio Pausania (OT) renderà omaggio a Fabrizio De Andrè che nella cittadina gallurese , o meglio all’ Agnata  nelle campagne circostanti , ha vissuto gran parte degli ultimi suoi anni di vita. Tra le manifestazioni previste, oltre che l’ inaugurazione della bellissima piazza dedicata al grandissimo cantautore genovese (ideata all’ architetto Renzo Piano e progettata dallo studio Alvisi- Kirimoto) ci saranno una serie di inteessanti appuntamenti musicali. Direttore artistico di tali eventi Sandro Fresi, musicista apprezzatissimo e profondo conosciutore dell’ opera di De Andrè. A Sandro Fresi abbiamo posto acune domande sulla manifestazione dei prossimi giorni ma anche suoi suoi progetti personali.

L’ inaugurazione della piazza De Andrè è un momento molto importante per la vita cittadina. Tu che hai conosciuto molto bene il cantautore genovese come definiresti in poche parole il legame che aveva con la Sardegna e con Tempio in particolare?

 Credo  che la  realizzazione del progetto di Renzo Piano  sia un evento di portata internazionale con una ricaduta importante per la città in termini di visibilità; un valore aggiunto di grande prestigio alla bellezza e alla magia del centro storico. 
Fabrizio De André aveva un legame fortissimo con la Sardegna e con Tempio e i tempiesi in particolare di cui amava l’ affabilità e la gentilezza nei modi; oltre alla lingua così musicale e piena di giochi fonetici che  è stata fonte di ispirazione per alcune sue composizioni.

 Che influenza ha avuto sulla sua musica la vita nelle campagne galluresi ?

    Penso abbia avuto un ruolo importante; diceva di sentirsi un contadino e comunque aveva un forte legame con la civiltà agropastorale che gli ricordava l’infanzia in Piemonte coi nonni. Fabrizio era un profondo conoscitore degli strumenti musicali arcaici della Sardegna; alcuni strumenti ad ancia dell’isola sono stati utilizzati dai suoi musicisti nei concerti ed in alcuni dei suoi album più belli
 
Quale impostazione hai dato agli eventi musicali della manifestazione ?

La stessa con la quale siamo partiti nel 2004; non una commemorazione ma ampio spazio alla creatività ispirata dalla poesia  e dalla musica del Maestro, come del resto ha sempre invitato a  fare  Dori Ghezzi, la presidente della  Fondazione De André.

In base a quali elementi hai scelto i musicisti che vi parteciperanno?

In base alla bravura, alle competenze e all’originalità delle proposte, oltre al gradimento che possono riscuotere tra il pubblico  deandreiano.
Motivo per il quale saranno presenti artisti di varia estrazione; dal concertista internazionale di chitarra classica come Alessandro Deiana al grande violoncello di Fabio De Leonardis e ai saxofoni jazz di Mauro Fresi che accompagneranno le voci intense e ispirate di Daniela Pes e Mauro Savigni in una produzione originale di Iskeliu.
Come quella altrettanto ardita e originale del progetto Akokan , che nella lingua dei nativi cubani significa  ‘cuore’, proposto dal gruppo di Yanara Reyes che rielabora al ritmo del son cubano i più celebri brani di De Andrè, sorprendentemente attinenti ai moduli sonori del Caribe.
Ci sono poi le proposte del bravissimo Mario Garrucciu che ha intrapreso un suo intenso percorso cantautorale e la gioiosa Compagnia di Lanchilonghi con la sua travolgente musica sui trampoli che farà da apripista e da guida tra le varie postazioni dei concerti itineranti. 
L’attore Fulvio Accogli, oltre a presentare i concerti itineranti ed il concerto serale in piazza Gallura, proporrà brevi letture tratte dal romanzo di De André ‘Un destino ridicolo’ ambientato su un treno che attraversa la Gallura mentre a Tempio impazza il carnevale.
 Quali sono i tuoi progetti musicali sia individuali che con il gruppo Iskeliu?

 Continuare a suonare una World music da camera tra il mediterraneo sardo ed il mondo celtico; quella che piaceva tanto al Maestro.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close