Tempio Pausania (OT): “Speradifòli” fiabe recitate dalla cantastorie Daniela Bandinu con musica di Sandro Fresi e Iskeliu

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Nella bellissima Piazza Fabrizio De Andrè, ideata dall’architetto Renzo Piano, a Tempio Pausania (OT) il prossimo 2 agosto 2017 si potrà assistere allo spettacolo “Speradifòli”, fiabe della tradizione gallurese recitate in lingua italiana dalla cantastorie Daniela Bandinu su illustrazioni di Simone Sanna con la musica di Sandro Fresi e Iskeliu.
Le grandi tavole illustrate da Simone Sanna verranno sfogliate da Daniela Bandinu che narra quattro fiabe, tre delle quali appartenenti all’immaginario magico gallurese e presenti nell’album di Sandro Fresi e Iskeliu “Speradifòli”. Ogni passaggio narrativo è contrappuntato dal suono evocativo di antichi strumenti popolari.

Le favole

Il cestino di fichi (La culbulitta di li fichi), La fiaba della piccola merla (La fòla di merruleddha), La fiamma della mamma del sole (La fòla di la mamma di lu soli) .La fiaba di Maria Carta.

Dall’album Speradifòli di Sandro Fresi e Iskeliusono state selezionate tre fiabe appartenenti all’immaginario magico gallurese e che in qualche modo richiamasssero il racconto di tradizione orale del Mediterraneo nord occidentale. Le favole sono state tradotte in un italiano, affidata al talento di chi le racconta. La quarta fiaba è la storia di una cantante di nome Maria (il riferimento è alla grande cantante sarda Maria Carta).

Ogni racconto è “commentato” da una serie di grandi tavole dipinte da Simone Sanna che vengono sfogliate dall’attrice come in un libro di immagini che fanno da contrappunto alla narrazione commentando, anticipando o svelando i contenuti della favola come facevano i cantastorie itineranti di una volta.

La musica di Sandro Fresi e Iskeliu

Ogni passaggio è, come detto, contrappuntato dal suono di antichi strumenti popolari come la carramusa di peddhi (cornamusa), il flauto di corno di capra dei pastori corsi o la ghironda dei trovatori occitani (suonata da Sandro Fresi). Yanara Reyes canterà melodie con parole, fonemi e idiomi provenienti dalla Gallura e dal Mediterraneo sardo.
La musica di Sandro Fresi e Iskeliu – pur ispirandsi alle tradizipne del Mediterraneo occidentale ed in particolare alla Sardegna, alla Corsica ed alla Provenza – ha aspetti notevolmente originali ed innovativi che ne fanno una degli ensemble più interessanti dell’aria

“Speradifòli” è uno spettacolo indirizzato ai più piccoli, ma che grazie ai contenuti proposti è adatto ad un pubblico di tutte le età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *