Tempio Pausania (OT): Sarà Claudia Crabuzza, Targa Tenco 2016, una delle protagoniste del Faber Festival 2018

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Ph. by di Paola Zulia Rizzu

FABER
Un diamante nascosto nel pane

è il filo conduttore del TEMPIO FABER FESTIVAL, l’ omaggio della città di Tempio a Fabrizio De André che si svolgerà per le vie e le piazze del centro storico sabato 21 luglio 2018.
E questo continuo migrare e per lo stesso motivo del viaggio, viaggiare, sarà raccontato dalla voce di quattro cantautrici, ognuna con la propria sensibilità e con lingue e dialetti diversi. Una scelta originale ed intelligente quella del direttore artistico del Festival, il musicista ed etnomusicologo Sandro Fresi: mettere al centro dell’edizione di quest’anno del Festival l’interpretazione femminile dei brani di De Andrè, costruiti sulla voce baritonale dell’autore ma che, grazie alle molteplici sfaccettature ed alla complessità della sensibilità che esprimono, ben si adattano alla voce femminile.
Tra le protagoniste del Festival di quest’anno ci sarà la cantante Claudia Crabuzza accompagnata alla chitarra classica da Caterinangela Fadda.

Claudia Crabuzza

cantautrice, ha tre figli maschi, ha viaggiato per un po’ tra Europa e Messico. Dal 2000 con Fabio Manconi, fisarmonicista e pianista e Andrea Lubino batterista, costituisce il nocciolo dei Chichimeca, prodotti da Tajrà, etichetta indie di Cagliari; in organico ci sono anche Gianluca Gadau alla chitarra e Massimo Canu al basso elettrico. I cd pubblicati sono Barbari del 2003, Luce- nur un EP del 2005 e Cuore? del 2012. I Chichimeca si sono esibiti in numerosi concerti in tutta Italia, in Catalunya, in Austria. Con la chitarrista classica Caterinangela Fadda fonda il duo Violeta Azul, un omaggio agli autori della nuova canzone americana. Al duo viene attribuito nel 2010 il Premio Maria Carta. Nel 2012 ha prodotto il cd Un home del paìs, in cui reinterpreta le canzoni del cantautore algherese Pino Piras, scomparso nell’89. Nel corso degli anni Claudia ha collaborato come interprete e autrice con vari artisti in ambito nazionale come Tazenda, Pippo Pollina, Mirco Menna, Il Parto delle nuvole pesanti, Dr Boost e con la band messicana La Carlota. Com un soldat è il primo disco solista, pubblicato ad aprile 2016 dall’etichetta catalana Microscopi, un disco di canzoni originali con testi in catalano di Alghero, con le musiche di Fabio Sanna e gli arrangiamenti di Julian Saldarriaga e Dani Ferrer, musicisti della band catalana Love of Lesbian.

Com un Soldat, il primo disco solista in catalano di Alghero, si è aggiudicato la Targa Tenco 2016 per il Miglior disco in dialetto e lingue minoritarie, oltre al Premio MarioCervo per la musica in Sardegna, il premio per l’interpretazione a Botteghe d’autore 2016 e una menzione per il miglior testo con L’altra Frida al Premio Parodi 2016. Nel 2017 è stato selezionato dai Premios Min della musica indipendente tra i migliori dischi internazionali pubblicati in Spagna nel 2016.

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Caterinangela Fadda

Intraprende lo studio della chitarra classica all’età di nove anni e, sotto la guida del Maestro Marrosu, nel 2001 si è diplomata al Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari con brillanti voti. Ha partecipato a manifestazioni culturali di vario genere dedicate alla poesia alla pittura e alla fotografia con la bravissima lettrice Lella Cucca. Fà parte dell’Associazione Chitarristica Sassarese che organizza il Concorso Internazionale dedicato alla figura del Maestro Catalano Emilio Pujol. Ha partecipato a corsi internazionali di perfezionamento in Spagna e in Sardegna con i Maestri Armando Marrosu, Alberto Ponce e Gianpaolo Bandini, vinto diversi premi in concorsi Nazionali ed Internazionali. e ottenuto diversi riconoscimenti.

Da tempo svolge attività concertistica con il “Guitar Ensemble” (Orchestra di 16 chitarre), suona in un duo di tango Argentino con il flautista sassarese Tony Chessa e con il quartetto di chitarre classiche “Rigel Quartet”. Il Rigel Quartet, ha incontrato il favore del pubblico per la sonorizzazione dal vivo del film muto degli anni 30 “Femmine folli” di Erich Von Stroheim, al Cinema Edison di Parma e di recente, partecipato alla inaugurazione del nuovissimo Cinema Mutua di Carloforte nell’ambito della rassegna “Le isole del cinema” del regista Gianfranco Cabiddu.

E’ diplomata alla “Escola D’Arts Musicals Luthier” di Barcellona.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar