Tempio Pausania (OT): Nessun taglio al Paolo Dettori: l’Ospedale è salvo (almeno così sostiene l’amministrazione comunale)

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

(Comunicato del comune di Tempio Pausania)

L’Ospedale Paolo Dettori e il territorio possono tirare un sospiro di sollievo. Nella nuova riforma sanitaria l’Ospedale è stato riconosciuto come Dea di 1 livello di completamento e manterrà tutti i servizi esistenti compreso il punto nascite. Con gli emendamenti approvati rimangono operativi i servizi di Pronto Soccorso, Dialisi, Ginecologia, Ostetricia,  Medicina, Chirurgia, Punto Nascite, Pediatria,  Otorino, Laringoiatria, Radiologia, Laboratorio analisi, Ortopedia,  Riabilitazione e Farmacia. Il Dettori sarà inoltre dotato di una struttura sub intensiva polispecialistica .

Il Sindaco Andrea Biancareddu è soddisfatto del risultato frutto di intensi mesi di lavoro e di una pressione costante messa in atto  dal Primo Cittadino, affiancato dai Sindaci dell’Unione. Nonostante la soddisfazione per il riconoscimento il Sindaco rimane prudente anche se decisamente prevale l’ottimismo di chi sta per afferrare il risultato sperato. La comparsa della classificazione del Paolo Dettori come “Ospedale di Comunità rinforzato” aveva fatto scattare l’allarme rosso. Il Sindaco ha quindi bussato alla porta della Commissione sanità e della giunta per chiedere spiegazioni e ha presidiato i lavori del Consiglio regionale dalla tribuna riservata al pubblico.

“Non è ancora arrivato il momento di abbassare la guardia” ci tiene a precisare il Sindaco Biancareddu “Dobbiamo mantenere tutti alta l’attenzione sino all’approvazione definitiva della legge per evitare spiacevoli sorprese dell’ultima ora”. In ogni caso da quando è iniziata la battaglia le prospettive sono decisamente migliorate.Da un’aspettativa nefasta stiamo uscendo a testa alta dopo due anni di una partecipata difesa dei diritti del territorio che è culminata a luglio con la discesa in piazza della Gallura e non solo e che è proseguita con la costante attività del Sindaco Biancareddu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *