Ospedale di Tempio Pausania: il commissario Tecleme risponde al sindaco Biancareddu

(Comunicato ASL Olbia)
OLBIA, 10 dicembre 2016 – Il Commissario della ASL 2 interviene per confutare le dichiarazioni del sindaco di Tempio, pubblicate oggi nelle pagine de La Nuova Sardegna:

“Il sindaco di Tempio Pausania, non nuovo all’uso di un frasario colorito quanto violento, non perde occasione per rappresentare una realtà che non esiste e fare affermazioni totalmente prive di fondamento ; Infatti nel presidio di Tempio Pausania tutti i servizi esistenti in precedenza sono presenti e pienamente funzionanti; nonostante le sempre maggiori e note difficoltà di reclutamento di personale legate in particolare al blocco del turn over, mentre tutte le dotazioni organiche, pur con qualche sporadica criticità sulla quale sia agisce con fatica per la pronta risoluzione, sono nei limiti dei parametri previsti dalle norme sull’accreditamento istituzionale delle strutture sanitarie.
Il sindaco Biancareddu, invece di partecipare ad un civile confronto, approfitta di un passaggio istituzionale, per creare allarme nella popolazione ed incitare ad un clima di insulso e deprecabile odio, utilizzando termini come “stupri politici” “soprusi e sofferenze” “gambizzazione” o dando per soppressi servizi pienamente funzionanti come il Punto Nascita ed il reparto di Otorino.
Lunedi 12.12.2016 la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria potrà esprimere un parere sul bilancio consuntivo 2015, deliberato alcuni mesi fa ed approvato dal Collegio Sindacale, bilancio che non sarà quindi sottoposto ad alcuna votazione (articolo 15 comma 2 L.R. n.10/2006). Invece di inveire in maniera bieca, sarebbe necessario approfondire e, specie per chi ricopre da lungo tempo e con profitto ruoli politici e istituzionali, essere consapevoli del contesto normativo attuale e dei vincoli del sistema, che, tra l’altro, si è contribuito a disallineare rispetto alle regole di riferimento.
L’azione del Commissario e di tutta la Direzione Aziendale, secondo le direttive, di concerto ed in costante raccordo con l’Assessorato Regionale, è sempre stata orientata al miglioramento dei servizi ai cittadini, compatibile con le regole tecniche (che da alcuni non si vogliono studiare e conoscere) e con le risorse umane, tecniche e finanziarie disponibili secondo le medesime regole di sistema.
La Direzione ha inoltre sempre auspicato, ovviamente, comportamenti responsabili e toni ispirati alla leale collaborazione tra istituzioni, ma il sindaco continua a privilegiare la facile e disinformata ricerca di un qualche consenso col linciaggio e la diffamazione, a scapito della verità e della buona educazione.
La realtà sanitaria di tutta l’Itala e della Sardegna, palesemente sconosciuta al sindaco Biancareddu, è attesa da un periodo di profondo ripensamento e di riorganizzazione dei servizi e per far questo servirà il contributo di tutti senza personalismi ne difesa di interessi particolari o protezione di consensi politici”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close