Olbia (OT): In occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo spettacolo teatrale “Progetto Pensilina”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Domani 4 aprile 2018 alle ore 21.00 in Viale Isola Bianca ad OlbiaOlbia (OT) in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo verrà presentato lo spettacolo teatrale “Progetto Pensilina”. Lo spettacolo è tratto dall’omino romanzo “All’ombra della pensilina” di Alessandro Muroni. Protagonisti della performance saranno l’l’autore del libro e l’attore Fausto Siddi
Luigi, il protagonista del romanzo – che verrà raccontato, come detto, in forma di performance teatrale -, una volta rimasto solo al mondo senza i genitori e quindi senza il suo unico punto di riferimento affettivo ed effettivo, è deciso a rivendicare il proprio diritto a continuare a vivere dove ha sempre abitato, cioè nella sua casa, in quel nido dove si è sempre rifugiato, e in cui si è sempre sentito libero di essere se stesso.  Per alimentare questo sogno, che non appartiene solo a Luigi, è nata questa storia che, raccontata in prima persona, romanza le sensazioni e le emozioni di una persona affetta da autismo di mezza età, che affronta la propria solitudine. Luigi si esprime in punta di piedi, con un linguaggio poetico, universale, quello del cuore, con la gentilezza che si addice a un Bartleby qualsiasi, per farsi percepire da chi lo saprà ascoltare. Luigi, una persona con autismo adulta, ha appena perso entrambi i genitori ed è inconsapevolmente scappato via di casa. Si ritrova seduto su una pensilina con un biglietto in tasca, obliterato chissà quando. Davanti a sé immagini di vita che scorrono prepotentemente nella sua testa mentre aspetta un autobus che passa troppo oltre la sua capacità di prenderlo. Luigi vaga nei reparti di un vicino ipermercato rifugiandosi negli ambienti casa composti per la vendita, trovando conforto nel relazionarsi con i vari elettrodomestici che li compongono. La staticità di questi esseri asettici e l’ordine in cui sono esposti gli ridà momentaneamente un equilibrio, nuovamente sconvolto dalla svendita degli stessi. Luigi va a riprenderli dalle case in cui sono stati consegnati e li riporta al loro posto, in quell’ambiente espositivo in cui niente per lui può essere modificato. Scoperto, dopo le continue denunce da parte dei clienti, viene processato.

Fonti:
diversamenteonlus.org

Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *