Olbia (OT): Celebrazione della Giornata della Memoria

Viene riconosciuto il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei citta- dini ebrei che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte e coloro che si sono opposti al progetto di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i per- seguitati. In questa occasione sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

Ai ragazzi delle Scule medie di Olbia, viene proposto di partecipare alla celebrazione con un breve filmato e con la presentazione del Libro “Tonia non è più una bambina”

La vita di Tonia cambia al temine della terza classe quan- do da alunna diventa lavoratrice domestica e si sente grande. Determinata, con un carattere ottimista, metà sognatrice e metà pratica, Tonia cresce sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale che porta alla famiglia povertà, privazioni e paure. La vita non è facile con Agnese sem- pre pronta a fare dispetti, ma per fortuna ci sono la fami- glia, le amicizie vere, i libri che fanno sognare, i segreti del mondo degli adulti che saranno alla fine svelati.

MARIA MANCA PULINO
È nata in Sardegna. Si è laureata in Pedagogia all’Università di Sassari con una tesi sul ruolo dell’informatica nello sviluppo dell’intelligenza. Lavora come insegnante nella scuola primaria ed è autrice di didattiche di lingua ingle-se. È il suo terzo libro per ragazzi dopo “Florence’s Diary”, in collaborazione con Christine Tilley, il diario della terzogenita dell’ing. Bejamin Piercy, autore della rete ferroviaria in Sardegna e “La cantina dei segreti”.

Via Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *