La Maddalena (OT): Al capezzale del Parco, i consiglieri difendono le loro prerogative

spiaggia-rosa3

Nuovo affondo di alcuni dei consiglieri del Parco di La Maddalena, cioè di coloro che stanno tentando di contrastare la deriva presa dall’Ente. Hanno denunciato un nuovo atto del presidente che li incolperebbe di un’altra situazione di stallo dell’Ente. Forse un ex direttore degradato, forse un presidente scientemente proiettato verso la sua dipartita, starebbero subdolamente mettendo in atto una sorta di “depistaggio” attraverso cui addossare ai consiglieri dissidenti tutti gli atti inevasi. La questione di questi ultimi giorni è la nomina di un nuovo direttore facente funzioni al posto dell’ex, il cui Decreto presidenziale di nomina è stato respinto, per vistosi difetti di procedura, dal Consiglio, nell’ultima riunione. Non se ne vede l’ombra e noi pensiamo, nessuno forse, tra i dipendenti che potrebbero farlo, si sente in grado di prendersi la responsabilità di traghettare l’Ente verso il dissolvimento amministrativo.  E allora, l’unica risposta del presidente a questa situazione di arresto, sembra essere stata imputare sempre ai consiglieri dissidenti di aver colpevolmente respinto la ratifica su Donno.

Ma, come dicono i consiglieri dissidenti “Dentro l’Ente Parco, l’unica persona titolata a conferire a un dipendente l’incarico di Direttore ff è il Presidente, in quanto legale rappresentante. Nessun altro, né il Vice Presidente né il Consiglio, può farlo. Il Consiglio si limita a sollecitare, censurare o respingere, con atti motivati, eventuali scelte del Presidente, ma la facoltà e il potere di nomina restano in capo a quest’ultimo”. Secondo Mauro Bittu, Enzo Di Fraia, Carlo Rotta e Luca Ronchi è da biasimare l’atteggiamento del Presidente che, di fatto, causa ulteriore ritardo nell’individuazione di un nuovo Direttore, così come chiesto formalmente e informalmente dal Vice Presidente e dai consiglieri. “Se il Consiglio avesse potuto, avrebbe già proceduto alla nomina”.

la foto è di Mauro, il “custode” di Budelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *