La Maddalena (OT). Il Club Med riparte alla grande da Cefalù. Ma pensa alla Sardegna. Caprera?

Il nuovo brand del Club Med vuole riconquistare i luoghi storici, “il sogno francese”, per riposizionare l’azienda sul mercato turistico italiano. Un rilancio in grande stile che parte da Cefalù con un investimento da oltre 60 milioni di euro dopo un iter durato 11 anni fra crisi di mercato, veti burocratici, varianti e rogo della struttura. Apertura prevista per l’estate 2018 con 200 posti di lavoro. L’investimento coincide con una visione nuova, ambiziosa, di un grande marchio internazionale. Una proiezione verso “il migliore impatto sostenibile in un posto da sogno” come dice l’AD ad un quotidiano siciliano, ammettendo che l’azienda sta valutando “opportunità in Sardegna”, laddove il nuovo Club Med potrebbe rappresentare il punto di raccordo per superare la schizofrenia tra turismo di fascia alta e vocazione media che è costata una serrata competizione con le altre mete turistiche sarde. Una macchina organizzativa imponente è calata sulla comunità di Cefalù che confida sull’indotto occupazionale e attende la ripartenza della struttura. Una ripartenza che non è affatto uguale a prima: al posto delle capanne spunteranno “case a secco” che evocano le abitazioni tradizionali ma ristrutturate con le più moderne tecnologie. Un piccolo grande tempio di semplicità e di spontaneità ritorna, rievocando il tempo che fu, memoria che ancora rimane fortissima anche nei ricordi degli abitanti de La Maddalena dove il Club Med ha rappresentato l’ingresso nella modernità e un benessere che si è diffuso nei racconti tramandati ed amplificati da una generazione all’altra. Perché la corsa a “farsi la stagione” con qualsiasi mansione, ha coinvolto decine e decine di giovani maddalenini. Adolescenti ma anche padri di famiglia, per strappare un reddito più che dignitoso. Tutto pur di avere cittadinanza nell’oasi del sorriso e del buonumore. E il mito vola dentro e fuori La Maddalena.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close