la maddalena (ot): “a cosa serve il parco?” intervento di Enza Plotino

Arcipelago di La Maddalena (OT), Italy
Arcipelago di La Maddalena (OT), Italy

Dalla signora Enza Plotino  riceviamo e volentieri pubblichiamo:

A proposito di Enti inutili: A cosa serve il Parco di La Maddalena? Da più parti viene chiesto il commissariamento del Parco dell’Arcipelago de La Maddalena per evidenti profili di inadeguatezza e per la mancanza, che ha contraddistinto la stagione turistica ormai passata, dei più elementari sistemi di tutela, protezione e difesa dell’area protetta. Si è brancolato nel buio, lasciando le zone a più alta fragilità ambientale, sprovviste di qualsiasi protezione. Il dubbio, a questo punto è se non sia una incapacità cronica di chi guida il Parco a portare avanti progetti d’insieme che guardino contemporaneamente alla conservazione ma anche alla valorizzazione. Perché appare evidente oggi, che il Parco è carente di indirizzo politico, mancante di direzione e fortemente avvitato su se stesso. Abbiamo assistito in questa estate dei record, all’assalto quotidiano della Spiaggia Rosa, alla mancanza di protezione delle altre spiagge dell’Arcipelago, alla devastazione della posidonia a causa degli ancoraggi selvaggi, all’assenza di informazioni, alla scarsità di mezzi adeguati al controllo in un crescendo di danni che hanno inferto un duro colpo all’area protetta. Per contro, questa è stata la stagione turistica che grazie all’incremento del turismo, avrebbe avuto bisogno di un robusto sostegno da parte del Parco a tutte le attività ricettive e di accoglienza per migliorare e garantire una qualità dei servizi nell’ottica della salvaguardia dei turisti ma anche del territorio. E invece, il Parco ha latitato, scaricando sugli altri Enti presenti sul territorio, il carico di questi numeri massicci e sull’impresa privata e locale la gestione e l’organizzazione dei flussi. A questo punto, una domanda sorge spontanea: il Parco dell’Arcipelago a cosa serve? E cosa aspetta il Ministro dell’Ambiente a mettere mano a questo disastro? Da ambientalista storica, come mi pregio di essere, auspico un colpo di reni da parte di chi vigila.
Enza Plotino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *