Golfo Aranci negli scatti di Marianne Sin-Pfältzer

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

proprietà della Ilisso Edizoni

In una nota su Facebook dedicata all’evento si legge quanto segue:
Mostra urbana a cielo aperto con esposizione permanente e volume fotografico
Nel corso di frequenti tappe in Sardegna Marianne Sin-Pfältzer – straordinaria fotografa tedesca che nell’Isola ha tratto ispirazione e prodotto gran parte del suo prezioso patrimonio – attuò specifici focus in alcuni luoghi che la attrassero in special modo, tra questi Golfo Aranci e la sua comunità di pescatori che conobbe dagli anni Cinquanta in poi e ne rimase conquistata.
Marianne attraverso i suoi scatti ha reso immortali le famiglie originarie e i bambini della comunità emigrata da Ponza, Ventotene, Pozzuoli e insediatasi da pochi anni nel pescosissimo lembo di terra gallurese. Ha fermato con i suoi occhi gli scorci del paese e i paesaggi non ancora pesantemente trasformati dall’industria ferroviaria e dallo sviluppo del centro turistico.
Durante la ricerca sono stati reperiti in archivio oltre 100 scatti realizzati in paese tra gli anni 50 e gli anni 60, un patrimonio artistico rarissimo.



L’intento del progetto, prodotto da ILISSO Edizioni e finanziato dal Comune di Golfo Aranci, è ripercorrere il viaggio di Marianne e i suoi ritorni in quel luogo, attratta dall’accoglienza che sempre le è stata riservata e che l’ha fatta “sentire a casa”. Le sue foto documentano la realtà di allora ma soprattutto restituiscono quanto di più bello le è stato offerto dalla comunità che l’ha accolta al punto da considerarla “una di loro”.
Il progetto vuole testimoniare tutto questo e tanto altro ancora e dare voce ai protagonisti che hanno preservato il suo ricordo. Trenta dei cento scatti ritrovati saranno selezionati per una narrazione espositiva permanente che si snoderà lungo l’asse del centro originario del borgo, attraverso una sequenza di immagini stampate in gigantografia su PVC e ancorate alle pareti delle case.
La mostra sarà arricchita dalla proiezione di un video documentario, in cui il ricordo di Marianne verrà restituito da interviste realizzate in loco ai protagonisti di allora.
Successivamente sarà realizzato anche un volume fotografico che conterrà non solo le immagini esposte ma tutti gli scatti realizzati dalla fotografa nel corso delle sue visite.
Presto dettagli sulla data di inaugurazione.
Comune di Golfo Aranci e Ilisso edizioni
presentano
GOLFO ARANCI – MARIANNE SIN-PFÄLTZER
ideazione Ilisso Edizioni – Paola Masala
coordinamento e supervisione Paola Masala
– MOSTRA URBANA
progetto allestitivo Antonello Cuccu
realizzazione Ilisso Edizioni
– VIDEO DOCUMENTARIO
regia Enrico Pinna
riprese Andrea Mura
voce narrante Marco Spiga
musica Gavino Murgia
– CATALOGO
ILISSO Edizioni
© Immagini e Mostra Ilisso Edizioni



Le immagini sono di proprietà della Ilisso Edizoni, non possono essere riprodotte, utilizzate o trasmesse in qualsiasi forma senza l’autorizzazione espressa da parte dell’Editore.
Ne è consentito l’utilizzo esclusivamente per il presente progetto citando sempre la fonte.
Si ringrazia per la collaborazione la popolazione di Golfo Aranci
Marianne Sin-Pfältzer (Hanau, 12 aprile 1926 – Nuoro, 27 agosto 2015) nasce in Germania da una famiglia di origini olandesi. Nel dicembre 1950 si trasferisce in Sardegna, a La Maddalena, per lavorare come istitutrice nella famiglia di un ufficiale della Marina. Con una piccola fotocamera Agfa Isolette regalatale dalla madre, scatta nell’isola le sue prime foto.
Al rientro in Germania, studia fotografia, perfezionando la sua tecnica in Francia. Nel 1955 ritorna in Sardegna con una Rollei 6X6 per dedicarsi al reportage. Si ferma in Barbagia dove incontra l’editore Guido Fossataro che, nel 1958, la coinvolge nel progetto di Marcello Serra Sardegna, quasi un continente, dove saranno presenti alcuni suoi scatti, accostata a fotografi come Mario De Biasi. Le sue foto trovarono poi un mercato in Germania dove, nel 1961, sposa un coreano e, nonostante un matrimonio breve, conservò per tutta la vita il cognome Sinaccanto a quello paterno. Negli anni seguenti realizza reportage in varie parti del mondo, dagli Stati Uniti all’Unione Sovietica, dall’Africa all’Asia, ma rientra spesso in Sardegna, terra alla quale si sentiva particolarmente legata per l’armonia dei luoghi e per le importanti amicizie coltivate. Si stabilisce definitivamente in Sardegna, a Nuoro, dove con la ILISSO Edizioni pubblica, nel 2013, la sua prima monografia (edita anche in lingua tedesca nel 2014) con 300 fotografie scelte tra i tredicimila negativi del suo archivio personale.
Marianne viene investita da un’auto il 10 agosto 2015, il 27 dello stesso mese muore all’ospedale di Nuoro, all’età di 89 anni.




La sua assidua frequentazione nell’Isola, dalla metà degli anni Cinquanta, la identifica come la fotografa che ha costruito il repertorio di immagini più cospicuo e capillare sul sociale della Sardegna nel secondo Dopoguerra, fra quanti realizzati da professionisti “esterni”. Rapportatasi sin dagli esordi con l’editoria per riviste e libri, il suo obiettivo ha inteso scandagliare tutti gli aspetti della quotidianità, diffusi nell’intero territorio sardo, in un repertorio di immagini fissate sia in bianconero, sia a colori, come dà testimonianza la vasta selezione pubblicata nel 2012 (Ilisso Edizioni), all’interno del volume monografico Sardegna paesaggi umani,http://www.ilisso.it/prodotto/marianne-sin-pfaltzer/, editato anche in lingua tedesca nel 2015,http://www.ilisso.it/prodotto/marianne-sin-pfaltzer-2/. La sua curiosità e intelligenza fotografica, spingendola a fermare lo sguardo su aspetti in quegli anni poco o affatto indagati, se non per parziali specifiche necessità, hanno lasciato alla Sardegna un inestimabile patrimonio visivo di carattere documentario, oggi davvero molto importante proprio per la sua unicità e completezza.
E’ volontà della Casa editrice ILISSO promuovere la figura di questa straordinaria artista e il prezioso patrimonio fotografico dai lei prodotto in ambito regionale e internazionale, attraverso progetti espositivi ed editoriali nei luoghi di sua affezione.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close