Festeggiamenti per l’anniversario di La Maddalena: la Ats – Assl Olbia potenziano l’assistenza sanitaria

(Comunicato ASSL Olbia):

OLBIA, 31 AGOSTO 2017 – In occasione dei festeggiamenti organizzati per il 250esimo Anniversario dell’Isola di La Maddalena, la Ats – Assl di Olbia potenziano l’assistenza sanitaria al fine di contribuire a garantire la massima sicurezza.
Per domani primo settembre, infatti, è previsto l’arrivo di migliaia di persone e la macchina dei festeggiamenti sta lavorando a pieno regime per garantire la buona riuscita dell’evento.

Anche la Ats – Assl di Olbia, di concerto con la Prefettura, la Protezione civile e il 118, ha potenziato i seguenti servizi:

– a Palau, nei pressi del Porto (in fondo alle banchine degli attracchi turistici), a partire dalle ore 14.00 di venerdì primo settembre e sino alle ore 14.00 del giorno seguente, è stata raddoppiata la presenza dei medici nei locali della Guardia turistica e medica.
Un servizio attivato per garantire assistenza alle persone in transito da Palau: si raccomanda di rivolgersi alla guardia medica e turistica per le patologie di lieve entità, come malori, piccole ferite. Per i codici più importanti, invece, si seguiranno i normali canali di attivazione del sistema di Emergenza-Urgenza, tramite il 118. Inoltre, davanti al molo degli imbarchi sarà presente un’ambulanza del 118.

– a La Maddalena, nei pressi dell’area in cui si terrà il concerto, l’assistenza sanitaria verrà garantita dall’organizzazione della manifestazione, ma per assicurare una assistenza più efficace in tutta l’Isola, la Ats – Assl Olbia ha potenziato la presenza medica ed infermieristica nell’ospedale “Paolo Merlo”, in particolare nel reparto di Pronto Soccorso Inoltre è stata incrementata la presenza degli anestesisti rianimatori e potenziato il Servizio ambulanze.
Il potenziamento è stato previsto per i giorni 1 e 2 settembre.
Si ricorda inoltre cha a La Maddalena, nei locali di Padule, è presente anche un punto di Guardia medica e Turistica: si raccomanda pertanto di utilizzare il servizio di continuità assistenziale per le patologie di lieve entità (come medicazioni, piccole ferite), lasciando all’ospedale il compito di intervenire nei casi più complessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *