Category Archives: Ricordo

Tempio Pausania (OT): 28 luglio 1983 – 28 luglio 2017

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Tempio Pausania (OT): 28 luglio 1983 – 28 luglio 2017

E’ morto il chitarrista Rudy Riotta, partecipò nel 2014 al “Mud season blues festival” a favore degli alluvionati di Olbia

Rudy Riotta

Rudy Riotta al Teatro del Carmine il 19 gennaio 2014 per il Mud Season Blues Festival. Ph. by Margherita Cossu

 

Il mondo della musica  è in lutto. E’ morto Rudy Rotta. Il chitarrista, cantante e compositore si è spento oggi pomeriggio  (3 luglio 2017) dopo aver lottato contro una malattia incurabile. Aveva 66 anni.
Figlio di emigrati in Svizzera, Rudy Rotta era arrivato 18enne a Verona, dove aveva mosso i primi passi di una carriera che lo ha portato a conquistare i palcoscenici internazionali, venendo invitato come ospite a numerosi Festival Blues in Europa e oltreoceano. Rudy Riotta, partecipò nel 2014 al “Mud season blues festival” in favore degli alluvionati di Olbia e che fece tappa ad Aglientu, Arzachena, Olbia e Tempio-

“Oggi se ne va un grande amico del l’Aglientu Summer Blues Festival .. un grande artista .. non dimenticherò mai quando lo abbiamo chiamato a suonare per il nostro festival per gli alluvionati di Olbia , senza compenso , non ha esitato un attimo a dirmi di sì , ha rinunciato ad un concerto in Germania , al compleanno del padre novantenne, per venire da noi .. e regalarci un concerto strepitoso .. la tua arte rimarrà sempre con noi !grazie Rudy r.i.p” scrive su Facebbk Massimo Tiveddu il presidente dell’Associazione Culturale “La muìta” che organizzò l’evento.

In occazione della sua esibizione al Teatr del Carmine di Tempio scrivemmo:” il chitarrista Rudy Rotta, èapprezzatissimo a livelli internazionali tanto da aver suonato con i più grandi bluesman contemporanei come BBKing e John Mayall. La sua padronanza tecnica della chiatarra è assoluta, la velocità talvolta diabolica. Nella sua performance ha spaziato dal blues al rock concedendo qualcosa anche al melodico (in un brano dedicato ai bambini).”

Il teatro popolare gallurese di Marcuccio Achenza

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

L’amori no è ciudda

Il ricordo del chitarrista Davide Calaminici nelle parole di Sandro Fresi nella presentazione del CD “Cantigos a chiterra” di Maria Teresa Pirrigheddu

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire
Lunedì 12 giugno 2017 allo Spazio Faber di Tempio Pausania l’associazione culturale Iskeliu presenta il CD “Cantigos a chiterra” di Maria Teresa Pirrigheddu, un lavoro molto interessante nel quale si potrà apprezzare oltre alla voce della notissima cantante tempiese anche la mestrìa del compianto chitarrista Davide Calaminici scomparso alcuni  anni fa e che Sandro Fresi nella presentazione del CD ricorda così

Il suo è un accompagnamento a ” s’antiga’; agili mani su corde di bronzo tessono trame di accordi che docili e puntuali inseguono i disegni del canto. Arpeggi a lungo studiati alla scuola di antichi maestri profumano ancora di cadenze iberiche e di ginepri e elicriso dei monti di Tempio,solcando abissi temporali e luoghi dell’anima.Dicono che abbia voluto suonare fino all ‘ultimo la sua amata chitarra sarda.

 

Omaggio a Margherita Achenza

Margherita Achenza

La foto di Margherita Achenza è di Maria Antonietta Pirrigheddu

A poco più di un mese dalla scomparsa di Margherita Achenza, donna di grande sensibilità e valore umano e profonda conoscitrice della cultura gallurese, ne vogliamo ricordare la sua figura e la sua personalità grazie ad un’idea di Sandro Fresi. Lo facciamo pubblicando una sua bella e tenera favola, “La culbulitta di li fichi“, da lei recitata in gallurese ed incisa per il Cd “Speradifòli” di Sandro Fresi et Iskeliu e scaricabile gratuitamente cliccando col tasto destro sul player qui sotto

Il testo di “La culbulitta di li fichi” con trascrizione e traduzione a fronte di Andrea Muzzeddu:

Ringraziamo per la sensibilità e la disponibilità la famiglia Achenza Muzzeddu e Maria Antonietta Pirrigheddu della quale abbiamo utilizzato una foto da lei pubblicata su Facebook.

La Maddalena (OT): moltissime persone hanno partecipato commosse ai funerali di Mario Ferrigno aka Rock Lupo

Rock Lupo

Foto di Rock Lupo

La Maddalena (OT) 29 ottobre 2016. Moltissime persone hanno partecipato con commozione ai funerali , svoltisi nel pomeriggio di oggi e celebrati da don Paolo Piras, di Mario Ferrigno conosciuto per la sua attività artistica con l’ aka Rock Lupo. Rock Lupo è stato collaboratore di questo sito che ha arricchito con le sue straordinarie immagini e le sue foto avrebbero avuto riconoscimento anche su siti di livello internazionale. Animato da un amore incommensurabile per la natura e per le persone sapeva cogliere gli aspetti più belli di entrambe. Innamorato anche della sua isola, La Maddalena, ha saputo esaltarne tutti gli aspetti, i segreti e i misteri con un raro senso della bellezza.. Il valore estetico del suo lavoro è stato pari alla sua umanità. Per noi è stato un onore collaborare con lui. Se volete ricordalo, fatelo guardando le sue foto.

L’ultimo viaggio del Lupo Rock

Rock Lupo

Ph. by Rock Lupo

Rock Lupo è partito per il suo ultimo viaggio. Da solo. Senza le sue lupe e suoi lupetti. Ci lascia con l’incanto della potenza e dello splendore delle sue immagini. Ringraziarlo per la sua collaborazione è poco e quasi insignificante.
Mario, le tue foto rimarranno con noi e dopo di noi.

tempio pausania (ot): la città ricorda l’illustre giurista Salvatore Sechi

Salvatore Sechi

Nota del comune di Tempio Pausania (OT):

La città di Tempio  ricorda l’illustre giurista e concittadino Salvatore Sechi, esemplare uomo delle istituzioni, scomparso lo scorso anno, che da tecnico ha contribuito al funzionamento della macchina dello stato in qualità di consigliere per gli Affari Giuridici e Relazioni Costituzionali di diversi Presidenti della Repubblica. Dopo il riconoscimento di uomo illustre della Città di Tempio arriva  anche lacerimonia di commemorazione che si terrà il giorno 21 Ottobre a partire dalle ore 18.00 nel Salone di Rappresentanza cui seguirà l’apposizione di una targa a lui dedicata nella piazzetta antistante la casa natale. La giornata si concluderà alle ore 21.00 , presso il teatro del Carmine, con il patrocinio del Comune,  dove sarà proposta la presentazione teatrale de La Canzona di Mastru Juanni, poema in tempiese di grande valore storico ed artistico, scoperto e pubblicato da Sechi. Lunedì 17 si terrà alle ore 12.00 la conferenza stampa di presentazione della giornata.
 Nato il 03/02/1937 a Tempio, da Tomaso, avvocato e Raffaella Sechi, rimase in città fino al 1963, quando parti’ per Roma dove intraprese la carriera amministrativa. Giurista di alta competenza ha meritato la fiducia di ben quattro Presidenti della Repubblica (Cossiga, Scalfaro, Ciampi e Napolitano). Di lui ha scritto l’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “un grande servitore dello Stato che, con la sua competenza e la sua intelligenza, ha dato prestigio alle istituzioni italiane”.
  Una giornata per ricordare un grande concittadino che ha sempre amato, ricambiato, la città natale e la comunità di origine al punto di manifestare la volontà che le sue spoglie fossero sepolte in Città.  Un sentimento di stima e amore reciproco che sarà rinnovato con la messa in scena della Canzona di Mastru Juanni, poema in tempiese di grande valore storico ed artistico, scoperto e pubblicato da Salvatore Sechi.

Programma della giornata

Ore 18.00– Salone di Rappresentanza -Cerimonia di Commemorazione
Ore 19.30 Dedica di una targa a Salvatore Sechi nella piazzetta antistante alla casa dove è nato
Ore 21.00 , presso il teatro del Carmine, con il patrocinio del Comune, sarà proposta la presentazione teatrale de La Canzona di Mastru Juanni, poema in tempiese di grande valore storico ed artistico, scoperto e pubblicato da Salvatore Sechi