Category Archives: Cultura

La Maddalena (OT): Il Premio Gian Maria Volonté 2018 a Isabella Ragonese

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

(Comunicato stampa)

La Maddalena, 14 giugno 2018 Durante la quindicesima edizione del festival La Valigia dell’Attore, manifestazione organizzata dall’Associazione culturale Quasar diretta da Giovanna Gravina Volonté e da Fabio Canu, in programma nell’isola di La Maddalena dal 24 al 29 luglio, sarà consegnato dal circuito “Le isole del cinema”, il Premio Gian Maria Volonté 2018 all’eccellenza artistica. A riceverlo, la sera del 25 luglio sul palco della fortezza I Colmi, l’attrice e autrice Isabella Ragonese. Il suo esordio nel cinema nel 2006 con Nuovomondo di Emanuele Crialese; è poi la protagonista del film di Paolo Virzì Tutta la vita davanti che le vale la candidatura al Nastro d’Argento come migliore attrice protagonista. Recita poi in Viola di mare di Donatella Maiorca, Due vite per caso di Alessandro Aronadio, Oggi sposi di Luca Lucini, Dieci inverni di Valerio Mieli, Un altro mondo di Silvio Muccino. Nel 2010, con il film La nostra vita di Daniele Luchetti vince il Nastro d’Argento come migliore attrice non protagonista. Nello stesso anno recita per la prima volta in una produzione televisiva, lavorando in uno dei film de Il commissario Montalbano, ed è inoltre madrina della 67esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove viene presentato il film Il primo incarico, della regista Giorgia Cecere, di cui è protagonista. Nel 2011 è in teatro con il monologo “Lady Grey” di Will Eno. È ancora la protagonista del film di Fabio Volo Il giorno in più e nel 2012 è stata insignita al Festival di Berlino del premio “Shooting Star” come miglior talento europeo dell’anno. Sempre nel 2012, da gennaio a maggio, recita a teatro ne La commedia di Orlando per la regia di Emanuela Giordano, liberamente tratto dal romanzo Orlando di Virginia Woolf. Nel maggio 2013 è in teatro al Piccolo Eliseo con lo spettacolo Taking care of baby di Dennis Kelly, per la regia di Fabrizio Arcuri. Sempre nel 2013 gira La sedia della felicità diretto da Carlo Mazzacurati, Una storia sbagliata di Gianluca Tavarelli e Il giovane favoloso di Mario Martone presentato in concorso alla 71° Mostra del cinema di Venezia. Tra le molte interpretazioni, le più recenti sono quelle dei film Dobbiamo parlare di Sergio Rubini, Il padre d’Italia di Fabio Mollo (che gli vale un Golden Globe come migliore attrice) il film di Edoardo Falcone Questione di Karma e nel 2016 è impegnata anche sul set della fiction Rai Rocco Schiavone di Michele Soavi. Il film Sole cuore amore di Daniele Vicari (per il quale ha vinto nel 2017, il Nastro d’Argento come migliore attrice protagonista), sarà proiettato durante la serata della consegna del premio alla quale parteciperà anche il regista che l’ha diretta. Il Premio Gian Maria Volonté, ideato da Felice Laudadio e dal 2011 approdato nell’isola di La Maddalena, ha premiato tra i migliori attori e attrici del cinema italiano contemporaneo: Luigi lo Cascio, Fabrizio Gifuni, Valerio Mastandrea, Elio Germano, Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Michele Riondino. Il Festival La Valigia dell’Attore è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Autonoma della Sardegna, con l’Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e l’Assessorato del Turismo, dal Comune di La Maddalena, dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. A sostenere l’evento, presente nel circuito degli eventi cinematografici in Sardegna Le Isole del cinema, la Fondazione di Sardegna, la SIAE, il Nuovo Imaie, la Scuola d’Arte cinematografica Gian Maria Volonté, il Cagliari Film Festival, la Compagnia di navigazione Delcomar e le cantine di Su’ entu, Oliena e Monti. Il programma completo della manifestazione sarà pubblicato a breve sul sito www.lavaligiadellattore.com Ufficio Stampa: ufficiostampa@lavaligiadellattore.com Valeria Serra 339 4962053 __________________________________________________________

Calangianus (OT): Incontro con Mogol

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

La White Art è lieta di annunciare ufficialmente il primo, grande evento artistico e culturale che vede come protagonista un artista di fama NAZIONALE!
In collaborazione con La via del collegio il 20.07.2018 alle 21:30 all’anfiteatro ex-convento, Calangianus Giulio Rapetti, in arte “Mogol” racconterà aneddoti della propria vita ed esperienza artistica come scrittore delle canzoni più famose del panorama italiano, accompagnato dalla band capitanata dal maestro Satta che eseguirà le canzoni di Battisti.
Tutti sono invitati il 20 luglio 2018 a sentire, vedere ed assaporare musiche, parole e aneddoti del Maestro Mogol!

Arriva a partire dal 17 luglio l’attesissima “Una Notte in Italia 2018, festival di Tavolara”

Una Notte in Italia 2018, festival di Tavolara

#tavolara2018 #unanotteinItalia

Ecco il programma completo:

Martedì 17 luglio
San Teodoro, Oasi naturalistica La Peschiera
Uno Sguardo alla Terra di Peter Marcias
Le meraviglie del mare di Jean-Michel Cousteau e Jean-Jacques Mantello

Mercoledì 18 luglio
San Teodoro, Oasi naturalistica La Peschiera
Diva! di Francesco Patierno
Dogman di Matteo Garrone

Giovedì 19 luglio
Porto San Paolo, Piazza Lungomare
Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani

Venerdì 20 luglio
Isola di Tavolara
Gianfranco e Massimiliano Gallo: omaggio alla canzone napoletana
I Corto MINI Filmlab
Gatta Cenerentola di Alessandro Rak

Sabato 21 luglio
Isola di Tavolara
II Corto MINI Filmlab
Ammore e malavita dei Manetti Bros.
Metti la nonna in freezer di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi

Domenica 22 luglio
Isola di Tavolara
III Corto MINI Filmlab
Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher
Vengo anch’io di Nuzzo e Di Biase


GLI INCONTRI
Porto San Paolo, Piazza Gramsci
I protagonisti di “Una notte in Italia” incontrano il pubblico. a cura di Geppi Cucciari e Piera Detassis

LE MOSTRE dal 16 al 22 luglio
Porto San Paolo, Piazza Gramsci
Tra Divine e Maggiorate

San Teodoro, Piazza Mediterraneo
Dino Risi, la commedia e oltre

Olbia, Società dello Stucco, Via Cavour 43
CliCiak, scatti di cinema 2018

Porto Cervo (OT): L’arte di Salvador Dalí, maestro del surrealismo e tra i più importanti artisti del XX secolo, grazie all’organizzazione e alla curatela della Fondazione Mazzoleni, sarà in mostra nelle sale del Conference Center

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Le sale del Conference Center di Porto Cervo, in Sardegna, ospiteranno, a partire dal 1° luglio fino al 22 settembre 2018, l’arte di Salvador Dalí, maestro del surrealismo e tra i più importanti artisti del XX secolo. Grazie all’organizzazione e alla curatela della Fondazione Mazzoleni di Alzano Lombardo (Bergamo) sarà possibile ammirare 100 xilografie acquerellate realizzate e firmate da Salvador Dalí, che illustrano il capolavoro del poeta Dante Alighieri: la Divina Commedia. Un percorso espositivo suggestivo ed emozionante che porterà il visitatore a ripercorrere il viaggio dantesco partendo dalle illustrazioni dissacranti dell’Inferno, attraversando quelle grottesche e quasi ironiche del Purgatorio, per arrivare infine a quelle delicatissime e celestiali del Paradiso. Un viaggio in cui si incontrano nel medesimo istante la poetica dantesca e l’occhio psicoanalitico di Dalí; il risultato è un capolavoro unico sospeso tra sogno e realtà. Nelle sue illustrazioni Dalí riesce a mantenere la sognante atmosfera dantesca aggiungendo però il suo tocco personale, surreale ed onirico, mimetizzando i simboli caratterizzanti della sua poetica: paesaggi desolati, figure molli, animali dalle lunghissime zampe e ossa volanti. Il soprannaturale si miscela con un’esplorazione audace della spiritualità andando così a creare una visione unica della Divina Commedia. Il viaggio nell’oltremondo dantesco è stato interpretato da Salvador Dalí con i motivi più rilevanti della sua ricerca metafisica e mistica, rappresentando in maniera egregia l’elevata umanità della Divina Commedia con un inevitabile sguardo psicoanalitico che esplora l’inconscio dell’uomo contemporaneo, perso e confuso come Dante agli albori del 1300. Un appuntamento dunque imperdibile che consente di ammirare, in una delle località più prestigiose e famose al mondo – Porto Cervo – l’arte, la cultura e la bellezza firmate Fondazione Mazzoleni. La mostra sarà visitabile tutti i giorni a partire dal 1° luglio fino al 22 settembre 2018 e osserverà i seguenti orari: la mattina dalle 10:30 alle 12:30 e il pomeriggio dalle 17:30 alle 21:30

Museo all’Aperto di Aggius: l’arte e cultura come modello di sviluppo a misura d’uomo.

                                       Un’immagine di uno dei murales dell’artista Tellas realizzati ad Aggius

“Non chiamatelo miracolo, perché il miracolo è un evento di natura fortuita e occasionale, ma una visione frutto di una progettazione di anni di studio e lavoro”, queste sono le parole del sindaco di Aggius Nicola Muzzu durante il suo intervento del 9 giugno all’inaugurazione del Museo di Arte contemporanea AAAperto

Nulla è improvvisato o lasciato al caso, ma caratterizzato da scelte strategiche ben precise, che ha visto coinvolte diverse realtà nel tempo: realtà di indirizzo politico-amministrativo, determinate da scelte attuate dall’amministrazione odierna, con il culmine dell’ottenimento della certificazione “Borgo autentico”, ma anche quelle della precedente amministrazione del ex sindaco Francesco Muntoni,; la realtà associativa dovuta al contributo in primo luogo, dall’Associazione culturale Museo di Aggius nella cura,  nell’organizzazione e scelta delle opere d’arte contemporanea; dai numerosi artisti, da Sanna, Lai e Tellas che hanno contribuito alla realizzazione delle creazioni artistiche, e soprattutto la partecipazione sociale e coinvolgimento degli abitanti, che sono diventati loro stessi, offrendo i loro spazi per l’esposizione, i garanti e i custodi delle opere d’arte.

Diverse realtà della società con differenti compiti, accomunate però da un’unica visione, quella dello sviluppo sostenibile della città, mettendo al centro l’amore per l’arte e la cultura, il proprio paesaggio, alla ricerca di un’ idea di turismo silenzioso che potesse rispettare gli spazi e gli ambienti quotidiani della comunità.

Ed è proprio il “rispetto dello spazio”,  secondo la curatrice e storica d’arte Micaela Deiana, l’obiettivo prefissato nella realizzazione del progetto del Museo all’Aperto, ribadendo che

” ciò che accomuna i lavori è che, al di là dei mezzi realizzati, tutti hanno un grande rispetto per lo spazio in cui si inseriscono, derivato da una capacità di ascolto degli artisti, i quali hanno lavorato su diverse superfici con la propria cifra stilistica ma facendo attenzione allo spazio, la storia e quello che la comunità produce ad Aggius. Persino gli interventi di Tellas di street art sono estremamente delicate nel modo in cui si relazionano al paesaggio”.

Secondo l’esperta, una delle prime opere che si relaziona al paesaggio di Aggius è quella dell’artista Giovanni Campus dal titolo “Tempo e Processo”, spiegando che in queste due parole c’è praticamente il segreto del successo di Aggius:

“ci si è presi il tempo di ascoltare e produrre e si è avuto cura del processo di produzione. Tutto questo si è potuto realizzare perché tutti hanno collaborato, non solo gli artisti che si sono mezzi a disposizione, ma gli operatori che tanto hanno lavorato in termini di politica culturale e di facilitazione e nella comunità che ha saputo accettare questo, perché immagino ci voglia un bel po di tempo per acquisire l’ascolto quando un opera ti spunta davanti casa ed entra far parte della tua vita”. Capacità d’ascolto, soprattutto accessibilità e spazio aperto, con la possibilità degli artisti di lavorare su un intero paese, e per chi viene da fuori o per chi vive tutti i giorni , dare la possibilità di continuare a guardare gli stessi luoghi con occhi diversi, proprio grazie all’intervento degli artisti”.

E’ possibile, allo stato dei fatti, parlare della nascita in Gallura di un modello-Aggius, un modello basato sulla progettazione negli anni e la pianificazione di scelte strategiche per la città; della messa a disposizione di un’arte “inclusiva“, visibile all’esterno per poter essere apprezzata e gradita da tutti i turisti e non; di ascolto, coordinazione e collaborazione dei vari livelli della comunità, per la realizzazione di un’unica visione, lo sviluppo armonico della comunità, a misura d’uomo, rispettando il proprio paesaggio e la propria storia.

Da esempio, quindi, per numerose città limitrofe, tra cui Tempio, a cui per troppi anni si può imputare la mancanza di una propria pianificazione a lungo periodo, a dispetto invece, di quel ricco potenziale di beni storici e paesistici che può offrire. Un esempio lampante, la mancanza di visibilità delle opere dell’artista Pinuccio Sciola a Rinaggiu, finite ormai nel dimenticatoio.

Aggius (OT): E’ stato inaugurato AAAperto, un museo di arte contemporanea molto bello e davvero interessante

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Ph. by Margherita Cossu

Aggius (OT) 10 giugno 2018. E’ stato inaugurato ieri nel tardo pomeriggio  il Museo all’aperto di arte contemporanea AAAperto. Una struttura pensata in maniera intelligente, con gusto e lungimiranza composta da 52 opere di diversi artisti , posizionate all’aperto tra gli splendidi scorci del borgo gallurese,, un centro davvero ben curato e che per di più si trova immerso in una natura incantevole.

AAAperto  – si legge nel sito museodiaggius.it – è il frutto dell’attività di progettazione e cura di mostre ed eventi di Arte contemporanea dell’Associazione Culturale Museo di Aggius onlus che già ha realizzato e cura il Museo di Aggius.
L’Associazione lavora dal 2004 anche all’organizzazione e alla cura di mostre e di eventi di Arte contemporanea la cui caratteristica è di essere ispirati, suggeriti, influenzati dal luogo in cui nascono.
Tutto ha preso inizio col soggiorno ad Aggius di Maria Lai che ha cominciato ad annodare i suoi fili con i nostri e a contaminare gli spazi del MEOC e del centro storico con le sue opere, le sue mostre ed eventi.
I suoi soggiorni ed il suo lavoro hanno aperto la strada che ancora seguiamo.
Molti e importanti artisti (Giovanni Campus, Rosanna Rossi, Zaza Calzia… e tanti altri) in questi anni hanno soggiornato ad Aggius e vi hanno lavorato lasciando che i luoghi, la gente, la cultura, le tradizioni, i colori e i profumi, fossero fonte di ispirazione per le loro opere. Ogni artista è entrato in rapporto con questo paese e i suoi abitanti, le storie e le leggende, i suoi canti, il cibo e il vino, ha conosciuto gli artigiani che vi lavorano e ha interagito con essi.
Ogni artista infine ci ha restituito il suo punto di vista, dalla parte dell’arte che noi offriamo ai cittadini ed ai visitatori perché possano considerare questo borgo e il suo territorio anche da questa prospettiva.

Le opere che ogni artista ha lasciato sono state man mano esposte, secondo l’intenzione per cui erano nate, in luoghi pubblici perché tutti, cittadini, ospiti e visitatori ne potessero godere passando per le antiche vie del borgo.
E’ andato così formandosi negli anni il Museo di Arte Contemporanea AAAperto che costituisce la terza sede del Museo di Aggius e che ha richiesto ora un importante intervento per dare ordine, organicità e sistematicità e renderlo facilmente fruibile.
Per la sua visita si possono seguire agevolmente e contemporaneamente tre percorsi paralleli che partendo da Piazza Alvinu si inoltrano nel centro storico:

– Essere è tessere di Maria Lai
– Dove c’è un filo c’è una traccia (fotografia)
– Arte contemporanea

I tre percorsi sono indicati graficamente selle stradine del centro da impronte di piedi di colori diversi

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

AAAperto nasce – si legge nel sito delphina.itcon i telai disposti su pannelli di alluminio, che rappresentano le trame e l’ordito del telaio, realizzati da Maria Lai e si arricchisce con le opere di artisti sardi o che vivono da lungo tempo in Sardegna. Artisti che, ispirati da Aggius, dalla gente, dai profumi, dal paesaggio, continuano a impreziosire un centro storico già affascinante, fatto di granito, di ciottolati, di balconi fioriti.

Dieci anni dopo l’happening di Maria Lai, il fotografo Mario Saragato cura la mostra fotografica permanente Dove c’è un filo c’è una traccia, allestita sulle pareti delle case. Immagini che raccontano storie sulla tradizione tessile, un omaggio al tappeto e alle tessitrici che ancora oggi custodiscono la cultura e gli antichi saperi.

Sempre nel 2018 il museo di arte contemporanea di Aggius si arricchisce delle opere di Tellas. Armato di spray e pennelli, il writer di fama internazionale inserito dall’Huffington Post tra i 25 street artist più famosi al mondo, ha ridato nuova vita alle facciate intonacate di tre abitazioni.

Olbia Film Network

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Dal 16 al 24 Giugno, il cinema è ad Olbia,
Attori, registi, produttori, distributori, buyers televisivi, istituti di cultura internazionali saranno tutti insieme per quello che sta diventando uno dei più importanti appuntamenti professionali dedicati al cinema in Italia. Dal 19 al 24 Giugno all’interno dell’evento ci sarà anche l’8° edizione del Figari Film Fest.

Programma:

16 GIUGNO – OLBIA – Via Dante Alighieri
ORE 19.00 CONCERTO ITINERANTE A TEMA CINEMATOGRAFICO PER LE VIE DEL CENTRO STORICO DELLA MEDA FUNKY STREET BAND
ORE 21.00 PRESENTAZIONE DEL FILM OPERA PRIMA “ADDIO FOTTUTI MUSI VERDI” DEI THE JACKAL (presente il cast )

17 GIUGNO – SAN PANTALEO piazzale della chiesa
ore 21.00 INCONTRO CON L’AUTORE WALTER SITI E FIRMA COPIE IN COLLABORAZIONE CON LA LIBRERIA UBIK
21.45 PRESENTAZIONE DEL FILM “IL CONTAGIO” DI MATTEO BOTRUGNO E DANIELE COLUCCINI TRATTO DAL LIBRO OMONIMO DI WALTER SITI (registi e autore presenti)

18 GIUGNO – OLBIA – Via Dante Alighieri
ORE 21.00 PRESENTAZIONE DEL FILM OPERA PRIMA “TONNO SPIAGGIATO” DI MATTEO MARTINEZ
CON FRANK MATANO (regista e attori presenti)

19 GIUGNO – OLBIA – Kara Kiosk – aeroporto di Olbia Costa Smeralda
ORE 21.00 1° SERATA DI PROIEZIONI DEL FIGARI FILM FEST
competizione internazionale di cortometraggi (registi ed attori presenti)
ore 23.00 Concerto Mòn

20 GIUGNO – Olbia
ore 9.00: COLAZIONE DEGLI AUTORI – incontri con i registi e gli attori dei film in concorso al FIGARI FILM FEST – ofn moak lounge, cortile palazzo Expo via porto romano 8
ore 10.00: proiezioni speciali organizzate dal festival MECAL di Barcellona – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 11.30: proiezioni speciali organizzate dalla Lodz Film School – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ORE 21.00 2° SERATA DI PROIEZIONI DEL FIGARI FILM FEST – Via Dante Alighieri
competizione internazionale di cortometraggi (registi ed attori presenti)

21 GIUGNO – Olbia
ore 9.00: COLAZIONE DEGLI AUTORI – incontri con i registi e gli attori dei film in concorso al FIGARI FILM FEST – ofn moak lounge, cortile Expo via porto romano 8
ore 10.00: proiezioni speciali organizzate dal festival INTERFILM di Berlino – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 11.30: LOOKING FOR DISTRIBUTION proiezioni di film in cerca di distribuzione – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ORE 21.00 3° SERATA DI PROIEZIONI DEL FIGARI FILM FEST – Via Dante Alighieri
competizione internazionale di cortometraggi (registi ed attori presenti)
ore 00.00 Horror Night – Sala sotterranea Movida Lounge via Porto Romano 4
selezione di cortometraggi horror internazionali

22 GIUGNO – Olbia
ore 9.00: COLAZIONE DEGLI AUTORI – incontri con i registi e gli attori dei film in concorso al FIGARI FILM FEST – ofn moak lounge, cortile Expo via porto romano 8
ore 10.00: LOOKING FOR DISTRIBUTION proiezioni di film in cerca di distribuzione – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 11.30: proiezioni speciali organizzate dalla Lodz Film School – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 19:00 : CINEMINI il cinema peri più piccoli – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
programmazioni speciali organizzate dai festival più importanti del mondo per i bambini dai 6 ai 10 anni
ORE 21.00 3° SERATA DI PROIEZIONI DEL FIGARI FILM FEST – Via Dante Alighieri
competizione internazionale di cortometraggi (registi ed attori presenti) in apertura di serata verrà consegnato il PREMIO SPECIALE COMUNICAZIONE al blogger Andrea Pinna di “LE PERLE DI PINNA”
ore 00.00 concerto Effemberg
Devil’s Kiss, via Galvani 56

23 GIUGNO – Olbia
ore 9.00: COLAZIONE DEGLI AUTORI – incontri con i registi e gli attori dei film in concorso al FIGARI FILM FEST – ofn moak lounge, cortile Expo via porto romano 8
ore 10.00: LOOKING FOR DISTRIBUTION proiezioni di film in cerca di distribuzione – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 11.30: LOOKING FOR DISTRIBUTION proiezioni di film in cerca di distribuzione – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 19:00 : CINEMINI il cinema peri più piccoli – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
programmazioni speciali organizzate dai festival più importanti del mondo per i bambini dai 6 ai 10 anni
ORE 21.00 4° SERATA DI PROIEZIONI DEL FIGARI FILM FEST – Via Dante Alighieri
competizione internazionale di cortometraggi (registi ed attori presenti) in apertura di serata verrà consegnato il PREMIO BEATRICE BRACCO come miglior giovane attore 2018 a Giacomo Ferrara.

24 GIUGNO – Olbia
ore 9.00: COLAZIONE DEGLI AUTORI – incontri con i registi e gli attori dei film in concorso al FIGARI FILM FEST – ofn moak lounge, cortile Expo via porto romano 8
ore 10.00: proiezioni speciali organizzate dal festival INTERFILM di Berlino – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 11.30: proiezioni speciali organizzate dal festival MECAL di Barcellona – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
ore 19:00 : CINEMINI il cinema peri più piccoli – 2° piano palazzo Expo via porto romano 8
programmazioni speciali organizzate dai festival più importanti del mondo per i bambini dai 6 ai 10 anni
ORE 21.00 3° SERATA PREMIAZIONI OLBIA FILM NETWORK E FIGARI FILM FEST – Via Dante Alighieri
ore 23.00 Concerto MOKADELIC – via Dante Alighieri

VIA Facebook

Aggius (OT): Inaugurazione AAAperto, Museo d’Arte contemporanea all’aperto

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Inaugurazione AAAperto… Museo di Arte contemporanea, all’aperto, aperto a tutti, cittadini, visitatori e artisti.
Nella foto di Margherita Cossu una delle bellissime opere che potrete ammirare nel nuovo museo all’aperto

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire