tempio pausania (ot): acqua, mazze da baseball, pd ed abbanoa

 


Tempio Pausania (OT) 29.1.2014 Si è tenuto ieri in una Casa del Faciullo gremita di gente l’ incontro organizzato dal Pd ed Adiconsum sul sentito tema “Abbanoa: servizio o problema?). A dare il via all’ incontro è stato l’ assessore comunale alle Finanze il dottor Mario Addis il quale , forse con un po’ di ironia, ha spiegato agli astanti che il PD è con i cittadini in contrapposizione ad Abbanoa. L’ obiezione che, forse, è venuta spontanea a qualcuno è questa: ma non è i Pd che ha creato Abbanoa? Ed, inoltre, attualmente alla guida della Regione Sardegna non c’è il PD ? In america gira una storiella conosciuta come il paradosso del signor Jeremy. Il paradosso è questo: il signo Jeremy una sera vede qualcuno che gli distrugge la macchina a colpi di mazza da baseball. Il giorno seguente mentre sta per andare a farsi aggiustare la macchina viene raggiunto dallo stesso signore che gliela ha distrutta che gli propone di aggiustargliela per 5.000 dollari. Il finale della storiella varia a seconda di chi la racconta. Ma il paradosso del signor Jeremy si adatta bene alla questione di Abbanoa: perchè il popolo sardo dovrebbe rivolgersi per sistemare la questione della gestione dell’ acqua allo stesso partito che l’ ha creata? Comunque, tornando all’ incontro di ieri, dopo l’ intervento dell’ assessore Addis è stata la volta del presidente dell’ Adiconsum regionale il quale in un clima un po’ surreale (parlava dall’ alto senza essere visto dagli spettatori perchè per motivi tecnici non poteva manovrare gli slide dal palco- sic!). Il presidente dell’ associazione ha spiegato con dovizia di particolari le magagne di Abbanoa, i suoi ben noti disservizi, la sua voragine di debiti ( circa 900.000 milioni di Euro). Ma ha anche individuato le responsabilità politiche non risparmiando critiche al vetriolo a tal Manichedda Paolo che pare essere attualmente assessore alla Regione. Dopo tali critiche, i rappresentante dell’ Adiconsum ha detto che però Abbanoa è giusta tenercela basta cambiare la dirigenza. Tutte le idee sono rispettabile (anche quelle di una classe politica che vuole occupare i posti detenuti dal un’ altra parte politica), ma Abbanoa non va cambiata va eliminata e tutti quelli che l’ hanno gestita costretti sanare il debito, l’ acqua deve essere gestita degli enti più vicini ai cittadini ( i comuni). Un’ ultima considerazione: come stabilisce una sorta di diritto naturale e sopratutto il buon senso l’ ACQUA E’ DI TUTTI, pertanto ciascuno di noi non è un cliente di Abbanoa o un consumatore da tutelare ma un comproprietario del bene acqua. Non lasciamo la nostra proprietà comune a questi squallidi squali.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close