A La Maddalena (OT) potrebbe arrivare un commissario per l’ex arsenale. Sarà la svolta?

g8

La notizia data ieri dal consigliere regionale Zanchetta, sulla decisione, la prossima settimana, dell’arrivo del commissario straordinario per l’ex arsenale, da una parte fa tirare un sospiro di sollievo per una questione che aveva ormai tutti i caratteri della commedia dell’assurdo, ma dall’altra pone delle preoccupazioni su una scelta determinante per lanciare una sfida alla crisi, non solo economica, ma anche sociale e soprattutto politica, crisi che, infatti, da un po’ di tempo mette in campo solo soluzioni scialbe, centripete e autoreferenziali di gruppi di potere non all’altezza. Se il grande salto sarà possibile, con il suo seguito di nuove possibilità di sviluppo turistico ma anche occupazionale ed economico, lo si dovrà solo alle scelte che oggi verranno messe in campo. E’ un momento dirimente e decisivo, a partire dal nome di chi dovrà andare a governare questo cambiamento di passo, per quelle opere, ma anche per tutto l’arcipelago. Quindi chiediamo al Governo Gentiloni, che si è detto pronto a prendersi in carico il problema dell’ex arsenale di La Maddalena, di fare scelte all’altezza delle richieste e delle necessità che l’operazione impone e che sono grandissime perché potrebbero compromettere irrimediabilmente, o  al contrario rilanciare tutto il territorio del Nord della Sardegna. Perciò vorremmo avanzare dei requisiti, come fossimo in una democrazia partecipativa. Il commissario straordinario dell’ex arsenale dovrebbe essere  una persona con competenze tali  da poter garantire in poco tempo un progetto per tutta l’area che abbia i connotati di un rilancio turistico e ambientale vero e ampio, capace di divenire polo attrattivo di alto livello e di convogliare sul territorio capitali, idee e soprattutto nuova occupazione. Oltre alla competenza sarà gradita l’esperienza, di modo che si possa dire: “l’ha già fatto, potrebbe farlo ancora”. E infine il commissario dovrà incrociare anche conoscenze economiche indispensabili per dare le gambe giuste alle idee. Noi, da questa periferia del mondo non riusciamo a vedere personalità che possano ricoprire questo ruolo, ma confidiamo, potendo fare solo quello, nelle capacità di chi sta governando, a livello nazionale, questa scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *