Daily Archives: 8 luglio 2018

Tempio Pausania (OT): Tre grandi opere di Pinuccio Sciola giacciono abbandonate a Rinaggju

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Tempio Pausania (OT) 8 luglio 2018. Tre bellissime opere del grande scultore sardo Pinuccio Sciola giacciono abbandonate e senza nessuna indicazione che ne segnali la presenza in quel di Rinaggju  (altre due si trovano el Parco delle Rimembranze e nella semidistrutta piazza adiacente. Trascurate da tempo immemore come se non costituissero un grande patrimonio da tutelare e da valorizzare. Eppure di per sè potrebbero costituire un mini percorso turistico. Le tre sculture sono  particolarmente interessanti perchè appartengono alla produzione del grande artista di San Sperate conosciute in tutto il mondo come “pietre sonore”.

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Le pietre sonore (fonte Wikipedia)

Nel 1996 la sua ricerca personale sulle pietre e la loro natura intrinseca, e le tecniche di incisione sperimentate lo portano verso una musicalità della pietra.

Le pietre sonore sono sculture simili a grandi menhir (principalmente calcari o basalti) che risuonano una volta lucidate con le mani o con piccole rocce. Le proprietà sonore delle sculture sono realizzate applicando le incisioni parallele sulla roccia. Queste sculture sono capaci di generare dei suoni molto strutturati, con differenti qualità secondo la densità della pietra e l’incisione, suoni che ricordano il vetro o il metallo, strumenti di legno e perfino voce umana.

Le pietre sonore, presentate per la prima volta nel 1996 a Berchidda (il paese natale del musicista Paolo Fresu), in Sardegna, sono state poi esposte nel 1998 alla Biennale europea di Niederlausitz presso Cottbus in Germania, nel 2000 all’Expo Internazionale di Hannover e a L’Avana. Due anni dopo il Művészet-Malom di Szentendre (Ungheria) gli dedica una grande mostra antologica. Nel 2003, a seguito della sua collaborazione con l’architetto Renzo Piano, una sua gigantesca Pietra Sonora viene scelta per la Città della Musica a Roma; altre sue opere vengono esposte nella Piazza della Basilica inferiore di San Francesco ad Assisi e nell’Arsenale di Venezia. Nel 2004 è a Parigi per le Celebrazioni di Jacques Prévert: «Eloge de la nature» nei Jardin du Luxembourg e «Les Feuilles Mortes», omaggio di Pinuccio Sciola à Jacques Prévert. Alla fine dell’esposizione, lo scultore ha fatto dono delle sculture per una installazione permanente nel giardino della casa di Prévert a Omonville-la-Petite. Due strati (foglie) verranno depositati sulla tomba di Jacques Prévert[7]. Dello stesso anno è l’esposizione a Lussemburgo e nel 2005 sette statue vengono collocate nello scalo internazionale dell’Aeroporto di Fiumicino per la mostra La Poesia e la Pietra. Espone nei Vivai della Villa Reale di Monza e, al termine, l’opera Basalti sonori viene offerta in dono al Comune di Monza.

Le sculture pietre sonore di Pinuccio Sciola vengono esposte in tutto il mondo. Vengono organizzati concerti in cui queste sculture sono veri e propri strumenti musicali; esse sono fonte di ispirazione per artisti, musicisti e compositori.

E’ un vero peccato che opere di tale valore vengano trascurate, ma come si suol dire in gallurese:Deu daù pani a ca no ha denti

Olbia (OT): Reading letterario in compagnia di Francesco Abate e Giacomo Casti intorno al libro “Torpedone trapiantati” di Francesco Abate

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Gli appuntamenti della Rassegna proseguiranno in compagnia di Francesco Abate e Giacomo Casti con un Reading letterario intorno al libro “Torpedone trapiantati” di Francesco Abate

AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close