Daily Archives: 11 giugno 2018

Porto Cervo (OT): L’arte di Salvador Dalí, maestro del surrealismo e tra i più importanti artisti del XX secolo, grazie all’organizzazione e alla curatela della Fondazione Mazzoleni, sarà in mostra nelle sale del Conference Center

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Le sale del Conference Center di Porto Cervo, in Sardegna, ospiteranno, a partire dal 1° luglio fino al 22 settembre 2018, l’arte di Salvador Dalí, maestro del surrealismo e tra i più importanti artisti del XX secolo. Grazie all’organizzazione e alla curatela della Fondazione Mazzoleni di Alzano Lombardo (Bergamo) sarà possibile ammirare 100 xilografie acquerellate realizzate e firmate da Salvador Dalí, che illustrano il capolavoro del poeta Dante Alighieri: la Divina Commedia. Un percorso espositivo suggestivo ed emozionante che porterà il visitatore a ripercorrere il viaggio dantesco partendo dalle illustrazioni dissacranti dell’Inferno, attraversando quelle grottesche e quasi ironiche del Purgatorio, per arrivare infine a quelle delicatissime e celestiali del Paradiso. Un viaggio in cui si incontrano nel medesimo istante la poetica dantesca e l’occhio psicoanalitico di Dalí; il risultato è un capolavoro unico sospeso tra sogno e realtà. Nelle sue illustrazioni Dalí riesce a mantenere la sognante atmosfera dantesca aggiungendo però il suo tocco personale, surreale ed onirico, mimetizzando i simboli caratterizzanti della sua poetica: paesaggi desolati, figure molli, animali dalle lunghissime zampe e ossa volanti. Il soprannaturale si miscela con un’esplorazione audace della spiritualità andando così a creare una visione unica della Divina Commedia. Il viaggio nell’oltremondo dantesco è stato interpretato da Salvador Dalí con i motivi più rilevanti della sua ricerca metafisica e mistica, rappresentando in maniera egregia l’elevata umanità della Divina Commedia con un inevitabile sguardo psicoanalitico che esplora l’inconscio dell’uomo contemporaneo, perso e confuso come Dante agli albori del 1300. Un appuntamento dunque imperdibile che consente di ammirare, in una delle località più prestigiose e famose al mondo – Porto Cervo – l’arte, la cultura e la bellezza firmate Fondazione Mazzoleni. La mostra sarà visitabile tutti i giorni a partire dal 1° luglio fino al 22 settembre 2018 e osserverà i seguenti orari: la mattina dalle 10:30 alle 12:30 e il pomeriggio dalle 17:30 alle 21:30

Tempio Pausania (OT): Comunicato del Comitato Civico Essere Cittadini sulla revoca delle deleghe agli assessori da parte del sindaco

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Dal Comitato Civico Essere Cittadini riceviamo e volentieri pubblichiamo:

COMUNICATO DEL COMITATO CIVICO ESSERE CITTADINI DI TEMPIO PAUSANIA
REVOCA DELLE DELEGHE DA PARTE DEL SINDACO

Il Comitato Civico Essere Cittadini di Tempio esprime forte preoccupazione per la decisione, assunta il 5 giugno scorso dal Sindaco, di revocare tutte le deleghe agli amministratori. Questa decisione rischia di aggravare drammaticamente il declino, apparentemente inesorabile, della città. Non è più tollerabile che per beghe all’interno della Giunta si pregiudichino irrimediabilmente attività e progetti che facevano sperare in un futuro finalmente di speranza per la città e per i nostri figli. La sostanziale inadeguatezza dimostrata da questa Amministrazione nei tre anni trascorsi, esplicitamente ammessa dal Sindaco con la sua decisione di revoca delle deleghe e con le sue successive dichiarazioni, è ulteriormente aggravata oggi dall’assurda pretesa di fare da solo quello che la squadra da lui capitanata, evidentemente a sua insaputa, non è stata capace di fare in questi anni. Questa città ha bisogno di azioni di pacificazione da parte di un’Amministrazione responsabile; c’è bisogno di un sussulto unitario che faccia sì che la picchiata in atto non diventi irreversibile.
Tempio non può permettersi di buttare via né le poche occasioni favorevoli che si sono presentate, né il pochissimo tempo che ha ancora a disposizione. Tempio ha bisogno di risalire dall’abisso in cui si trova attraverso un progetto chiaro di rilancio della città, che veda nel turismo, nei servizi, nella cultura e nelle sue attività industriali caratteristiche i punti forti di riferimento. Tempio deve uscire dall’isolamento fisico causato da infrastrutture incompiute, indecenti, pericolose e non più rinviabili e da un isolamento politico senza precedenti nella storia recente.
Chiediamo perciò con forza al Sindaco di voler mettere da parte le dichiarazioni da perenne campagna elettorale e le quotidiane conferenze stampa di dubbia utilità, ma di avere finalmente il coraggio di affrontare in modo chiaro la popolazione, spiegando cosa intende fare per il bene di questa città e come ritiene di affrontare i grandi temi di rilancio che abbiamo elencato, a partire dal Progetto Turismo a Metro Cubo Zero. Gli chiediamo di farlo in modo istituzionale, attraverso un consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza, attuando così finalmente una delle tante promesse elettorali non rispettate, come quella degli incontri periodici con la popolazione.

Museo all’Aperto di Aggius: l’arte e cultura come modello di sviluppo a misura d’uomo.

                                       Un’immagine di uno dei murales dell’artista Tellas realizzati ad Aggius

“Non chiamatelo miracolo, perché il miracolo è un evento di natura fortuita e occasionale, ma una visione frutto di una progettazione di anni di studio e lavoro”, queste sono le parole del sindaco di Aggius Nicola Muzzu durante il suo intervento del 9 giugno all’inaugurazione del Museo di Arte contemporanea AAAperto

Nulla è improvvisato o lasciato al caso, ma caratterizzato da scelte strategiche ben precise, che ha visto coinvolte diverse realtà nel tempo: realtà di indirizzo politico-amministrativo, determinate da scelte attuate dall’amministrazione odierna, con il culmine dell’ottenimento della certificazione “Borgo autentico”, ma anche quelle della precedente amministrazione del ex sindaco Francesco Muntoni,; la realtà associativa dovuta al contributo in primo luogo, dall’Associazione culturale Museo di Aggius nella cura,  nell’organizzazione e scelta delle opere d’arte contemporanea; dai numerosi artisti, da Sanna, Lai e Tellas che hanno contribuito alla realizzazione delle creazioni artistiche, e soprattutto la partecipazione sociale e coinvolgimento degli abitanti, che sono diventati loro stessi, offrendo i loro spazi per l’esposizione, i garanti e i custodi delle opere d’arte.

Diverse realtà della società con differenti compiti, accomunate però da un’unica visione, quella dello sviluppo sostenibile della città, mettendo al centro l’amore per l’arte e la cultura, il proprio paesaggio, alla ricerca di un’ idea di turismo silenzioso che potesse rispettare gli spazi e gli ambienti quotidiani della comunità.

Ed è proprio il “rispetto dello spazio”,  secondo la curatrice e storica d’arte Micaela Deiana, l’obiettivo prefissato nella realizzazione del progetto del Museo all’Aperto, ribadendo che

” ciò che accomuna i lavori è che, al di là dei mezzi realizzati, tutti hanno un grande rispetto per lo spazio in cui si inseriscono, derivato da una capacità di ascolto degli artisti, i quali hanno lavorato su diverse superfici con la propria cifra stilistica ma facendo attenzione allo spazio, la storia e quello che la comunità produce ad Aggius. Persino gli interventi di Tellas di street art sono estremamente delicate nel modo in cui si relazionano al paesaggio”.

Secondo l’esperta, una delle prime opere che si relaziona al paesaggio di Aggius è quella dell’artista Giovanni Campus dal titolo “Tempo e Processo”, spiegando che in queste due parole c’è praticamente il segreto del successo di Aggius:

“ci si è presi il tempo di ascoltare e produrre e si è avuto cura del processo di produzione. Tutto questo si è potuto realizzare perché tutti hanno collaborato, non solo gli artisti che si sono mezzi a disposizione, ma gli operatori che tanto hanno lavorato in termini di politica culturale e di facilitazione e nella comunità che ha saputo accettare questo, perché immagino ci voglia un bel po di tempo per acquisire l’ascolto quando un opera ti spunta davanti casa ed entra far parte della tua vita”. Capacità d’ascolto, soprattutto accessibilità e spazio aperto, con la possibilità degli artisti di lavorare su un intero paese, e per chi viene da fuori o per chi vive tutti i giorni , dare la possibilità di continuare a guardare gli stessi luoghi con occhi diversi, proprio grazie all’intervento degli artisti”.

E’ possibile, allo stato dei fatti, parlare della nascita in Gallura di un modello-Aggius, un modello basato sulla progettazione negli anni e la pianificazione di scelte strategiche per la città; della messa a disposizione di un’arte “inclusiva“, visibile all’esterno per poter essere apprezzata e gradita da tutti i turisti e non; di ascolto, coordinazione e collaborazione dei vari livelli della comunità, per la realizzazione di un’unica visione, lo sviluppo armonico della comunità, a misura d’uomo, rispettando il proprio paesaggio e la propria storia.

Da esempio, quindi, per numerose città limitrofe, tra cui Tempio, a cui per troppi anni si può imputare la mancanza di una propria pianificazione a lungo periodo, a dispetto invece, di quel ricco potenziale di beni storici e paesistici che può offrire. Un esempio lampante, la mancanza di visibilità delle opere dell’artista Pinuccio Sciola a Rinaggiu, finite ormai nel dimenticatoio.

Palau (OT): Un’ Estate di Eventi

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

 

 LUGLIO

Venerdi6-h.22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis: Pier Nando Milia

Sabato 7 – h. 22 Piazza due Palme

Tributo ai cantautori italiani:

Luca Tilocca Band

Domenica 8 -h. 22 Piazza Fresi

World Music Acoustic Guitar:

Gavino Loche Trio

Martedì 10-h. 22 Piazza due Palme

Hip hop – Reggaeton – anni ’90 /2000 – Edm Dance: Dj Set Live con le Sisters Cap in collaborazione con l’Associazione Carnevalesca Palaese

Venerdì 13 – h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis: Antonello Pirredda

Sabato 14-h. 22 Piazza due Palme

Tributo a Joe Cocker: Simply Joe Band

Venerdì 20 – h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis:

Marcello Lentinu & Agostino Inzaino

Sabato 21-h. 22 Piazza due Palme

Tributo alla musica italiana:

Tore Nieddu Band

Domenica 22 – h. 22 Piazza Fresi

Tra teatro e musica – Far finta di essere Gaber: interpretato da Cosimo Postiglione, Luca Pierini, Mirio Tozzini. Musiche di Paolo Mari

Giovedì 26 – h. 22 Piazza Fresi

“Antiche Famiglie di Palau”: Giovanni Gelsomino presenta il libro del ricercatore storico palaese Giovanni Cucciari

Venerdì 27-h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis: Gianfranco Salis

Sabato 28 – h. 22 Piazza due Palme

Dal Pop al Rock: Ghiaccio Bollente Band

Domenica 29 – h. 22 Piazza due Palme

Tributo a Ligabue: Quelli del Bar Mario Band

AGOSTO

Venerdì 3 – h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis:

Giuseppe Mancini & Bachisio Altamira

Sabato 4 – h. 22 Piazza due Palme

Cabaret e Comicità: Tressardi Show Sagra delle seadas, preparate dal Comitato Parrocchiale Feste Patronali

Domenica 5 – h. 22 Piazza Fresi

Musiche della Sardegna e del Mediterraneo: Marino De Rosas Duo

Giovedì 9 – h. 22 Piazza Fresi

World Music: Cristian Ferlito e Silvia Pilia Duo. Nella serata, Giovanni Gelsomino presenta il libro “La luna del pomeriggio – storie da un carcere di alta sicurezza”

Venerdì 10 -h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis: Mirko Putzu

Sabato 11-h.22 Piazza due Palme

Danza classica, Hip Hop New Style, Danza Afro – “Dopo la pioggia..una giornata di sole”: Associazione Ritmi&Danze di Palau

Domenica 12 -h. 21.30 Piazza due Palme

Rassegna internazionale del folklore Figulinas Festival Tour 2018: sfilano i gruppi di Nuova Zelanda (Maori), Cina, Messico e Timor Est

Sagra delle frittelle, preparate dal Comitato Parrocchiale Feste Patronali

Lunedì 13 -h.21 Palazzo Fresi

Domenico Lucisano presenta il libro “Sardegna e Tuva Arcaiche Bellezze”

Mercoledì 15-h. 22 Piazza due Palme

Tra gospel e musiche della Sardegna:

Maria Giovanna Cherchi e il coro Gospel Black & Soul di Cagliari

Venerdì 17-h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis: Gavino Maricca

Sabato 18 -h. 22 Piazza due Palme

Rumba, Funk, Samba. Latin Jazz e Rock la Sardegna al ritmo dei Tropici:

Radiodave Band

Domenica 19 – h. 22 Piazza due Palme

Blues, Rithm’n Blues, Funky e Rock:

Alan Soul Band

Sagra delle seadas, preparate dal Comitato Parrocchiale Feste Patronali

Venerdì 24-h. 22 Piazza due Palme

Liscio, Polka, Scottis:

Paolo Gala & Fabio Cucciari

Domenica 26-h. 21 Palazzo Fresi

XXIII edizione Premio Poesia Cala Petralana

31 agosto-1 e 2 settembre

Festa in onore di Nostra Signora delle Grazie e di San Mauro

Organizzata dal Comitato Parrocchiale Feste Patronali

Tutti gli spettacoli sono gratuiti

In caso di maltempo,
gli eventi si svolgono al
teatro Montiggia

info: turismo@palau.it  tei. 0789.707025  www.palauturismo.com

Aggius (OT): Proiezione del film “Je so’ pazzo”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Lunedì 11 Giugno alle ore 21:00  proiezione del FILM JE SO’ PAZZO di Andrea Canova.

A Marzo 2015, nel quartiere Materdei, è stato riaperto ed occupato uno degli edifici storici più grandi di Napoli: l’ex-ospedale psichiatrico giudiziario di Sant’Eframo. In stato di degrado e di completo abbandono, senza alcun progetto di recupero né di riqualificazione urbana, viene occupato dal collettivo di studenti universitari e vissuto dagli abitanti del quartiere…

Aggius Museo Aperto Evento all’interno del Teatri Peregrini – Noborders Performance Art Festival Santa Teresa Gallura

VIA teatriperegrini.org

AdBlocker rilevato!

Abbiamo rilevato ADBlock  nel vostro browser. Affinché possiamo continuare a offrirvi il nostro servizio nel miglior modo possibile dovreste disattivarlo oppure inserire www.piazzagallura.org nella vostra withelist. Nel nostro sito non appariranno mai video pop-up fastidiosi che rendono impossibile la lettura delle notizie. Grazie per la vostra cortese collaborazione PIAZZAgallura.org

Close