Daily Archives: 23 aprile 2018

Cagliari, 22 aprile 2018, campionati regionali di boxe: Paolo Lafhouli, ventenne di Luras, si aggiudica la medaglia d’oro nei pesi massimi.

 

Un’immagine della vittoria di Paolo Lafhouli. Cagliari, 22 aprile.

E’ Paolo Lafhouli, giovane esordiente di Luras, il nuovo campione sardo di boxe nella categoria pesi massimi, aggiudicandosi la medaglia d’oro alle finali regionali senior del 21 e 23 aprile 2018 a Cagliari.

Grandissimo risultato ottenuto dal giovane pugile, il quale milita presso la Asd Aurora Calangianus, storica società sportiva sarda che da sempre sforna tra i migliori atleti della boxe isolana e italiana.

Lo stesso Paolo, commentando il suo successo:

<< ho iniziato la boxe ad ottobre del 2017, quindi praticamente da poco, sapevo già fare qualcosa, avendo già praticato Muay Thai e  K-1 sin dall’età di 17 anni. Il maestro (Tony Orezzo),  vedendomi già predisposto con ampi margini di miglioramento, mi ha allenato molto bene; la palestra è molto seria, con  allenamenti a ritmi alti , tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Soprattutto, le due settimane prima dell’incontro, sono state parecchio dure, con allenamenti la mattina e la sera, anche il sabato e la domenica, per arrivare lì più pronto possibile e andare al massimo>>.

<<Tutto per fare 3 riprese da 3 minuti>> aggiunge l’atleta << che a sentirlo sembra facile, invece per fare 3 riprese da 3 minuti, come sanno tutti quelli che fanno un sport di combattimento, ci vuole molto lavoro dietro>>.

Sabato 22 aprile, l’atleta lurese si è misurato prima nelle semifinali, battendo un giovane pugile, per chiudere domenica con l’ultimo e decisivo incontro che lo ha portato al trionfo:

<<sabato ero teso, per via del mio esordio e della mia prima volta che salivo sul ring >>, racconta Lafhouli << in questi casi entrano in gioco diversi fattori, l’ansia, la tensione, il fiato cambia, c’è bisogno di parecchia concentrazione, ma una volta che sei sul ring, fai quello che sai fare e lo dimostri a chi hai davanti. Domenica invece, sono  salito molto più tranquillo, ho combattuto molto più sereno, anche se ero molto stanco dal giorno precedente, ho fatto cose semplici, divertendomi abbastanza e alla fine ho vinto l’incontro.>>

Lafthouli, nel suo traguardo, spiega l’importanza della sua precedente esperienza, maturata nel mondo del kick boxing e muai thay:

<< ho iniziato con il muay tai dove si utilizzano molto le gambe e io ero molto forte con queste, ma purtroppo, è una disciplina molto statica, e sono passato al K-1( kick boxing), che è molto più esplosivo e dinamico, dove si utilizza molto di più la boxe e mi sono trovato benissimo nel mio gruppo di Olbia, con la società sportiva Shardana con i maestri Gabriele Manunta e Stefano Ibatici, due bravi e forti maestri; purtroppo ho dovuto mollare perchè comunque, era una faticaccia, andare tutti i giorni da Olbia a Luras, e mi sono allenato vicino, a Calangianus, dove il maestro Tony Orezzo mi ha allenato moltissimo, facendomi migliorare con la boxe>>.

Il risultato ottenuto dal pugile lurese è da esempio per lo sport, poichè dimostra che il superare sé stessi, i propri limiti e il mettersi in gioco, deve essere sempre un valore costante nello sport e nella vita in generale. Lafhouli conclude:

<<per il momento è un buon risultato, ma per me non vale niente, è un risultato minimo, posso fare 100 volte meglio di questo, per gli obiettivi futuri non so mai cosa avrò davanti, penso solo ad allenarmi, migliorare su tutto, amo le arti marziali miste, magari un giorno potrei passare a fare MMA, non lo so, devo chiarirmi le idee. Un tempo, per dire, non avrei mai pensato di passare alla boxe, di fare campionati eppure eccomi quà, ad aver vinto il titolo. Per il futuro comunque si vedrà. Ci tengo infine a ringraziare il mio maestro Tony Arezzo della palestra e tutti gli allievi, e i maestri Stefano Ibatici e Gabriele Manunta e i compagni di allenamento della Sk-1 Olbia e lo sponsor Mc soluzioni.>>