Daily Archives: 18 aprile 2018

Olbia (OT): “Olbia in Fiore 2018”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Anteprima con il CantaBimbo in diretta su Radio Internazionale, poi dal 25 Aprile si parte con OASI ESPOSITIVE E MERCATO FLOREALE, EVENTI, STREET FOOD, AREA BIMBI E TANTA MUSICA tra i NEGOZI APERTI!

E’ on line il primo numero del periodico ATSInforma che [almeno nelle intenzioni] vorrebbe essere un ponte tra Aziena Tutela Salute ei cittadini della Sardeggna

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Periodico online, Twitter e intranet aziendale: l’Ats Sardegna apre tre nuovi canali di comunicazione
Rendere la neonata Azienda per la Tutela della Salute  – afferma una nota dell’Ente – più trasparente e vicina ai cittadini, utilizzare la comunicazione per fare salute e prevenzione, far circolare in maniera più rapida e dinamica le notizie all’interno dell’Azienda. Con questi obiettivi l’ATS Sardegna si dota da oggi di tre nuovi strumenti di informazione e comunicazione: la rivista, il profilo Twitter e la intranet aziendale. 
Da oggi è online il primo numero del periodico aziendale ATSInforma, un ponte tra l’ATS Sardegna e i cittadini, che hanno a disposizione un nuovo mezzo per acquisire notizie sui servizi e le prestazioni sanitarie offerte su tutto il territorio regionale. Far conoscere e diffondere buone pratiche, approfondire i temi della prevenzione e della promozione della salute, aiutare i cittadini a orientarsi all’interno dell’ATS sono gli scopi principali della rivista, pubblicata e consultabile gratuitamente sul sito istituzionale www.atssardegna.it. 
Il periodico non è che uno degli ambiti legati alla comunicazione su cui l’ATS sta lavorando. 
Sempre da oggi, infatti, l’Azienda per la Tutela della Salute diventa social, facendo il suo debutto su Twitter (nome utente @ATS_Sardegna) dove saranno pubblicate in tempo reale le notizie riguardanti l’Azienda e le singole aree socio-sanitarie locali. Anche in questo caso, l’ATS punta ad accorciare le distanze con il cittadino, offrendogli la possibilità di un dialogo diretto con l’azienda. 
Infine, a partire da questa settimana, i dipendenti ATS avranno a disposizione la Intranet aziendale, un portale riservato al personale in cui sarà pubblicata una serie di servizi utili (rubrica telefonica, posta elettronica, rassegna stampa, rivista e manuali) e notizie sulla vita aziendale, per semplificare la circolazione delle informazioni all’interno dell’Azienda. 
«Nel nostro atto aziendale – commenta il Direttore Generale dell’Ats, Fulvio Moirano – abbiamo destinato una parte molto importante nelle relazioni con i cittadini e gli strumenti messi oggi a disposizione vanno in questa direzione. Nei prossimi mesi proseguiremo su questa linea nella speranza di facilitare sempre di più il dialogo e la collaborazione con tutti gli abitanti della Regione».”

Visualizza il periodico ATSInforma [file.pdf]

Olbia (OT): Mobilità sostenibile e bicicletta al centro del Progetto Tandem ideato e realizzato dalla Associazione hub.MAT

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

E’ ancora in corso e durerà sino al 14 maggio prossimo il Progetto Tandem ideato e realizzato dalla Associazione hub.MAT e  e cofinanziato dalla stessa associazione e dalla Regione Sardegna. Scopo del corso è quello di  creare uno spazio APERTO A TUTTI in cui imparare ad aggiustare la propria bicicletta ed insegnarlo ad altri, ma anche semplicemente incontrarsi per parlare di bicicletta e mobilità sostenibile. Lo spazio si trova ad Olbia ed è in via Gallura 8B e si chiama Ciclofficina Temporanea. C’è, quindi, ancora tempo per chi lo volesse di partecipare al progetto che è particolarmente interessante per una città in continua evoluzione come Olbia. Per saperne di più date un’occhiata al gruppo Facebook  del progetto o meglio ancora fate una visita alla Cicloofficina dove troverete passione per la mobilità sostenibile  ed una grande competenza tecnica in fatto di biciclette.

Tempio Pausania (OT): Piazza Fabrizio De Andrè: da lunedì 16 a giovedì 19 aprile lavori di ripristino per l’imminente riapertura delle vele

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

La giunta Biancareddu informa  che “da lunedì’ 16 Aprile  fino a giovedì 19 Aprile, in piazza Fabrizio de André, sarà operativa la ditta incaricata dall’amministrazione comunale per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle vele opera dell’architetto Renzo Piano. Le attività riguarderanno pulizia e lavaggio vele, lubrificazione cavi, controllo e sostituzione motorini e gruppi di continuità eventualmente mal funzionanti, controllo generale di adeguato funzionamento. L’operazione è finalizzata alla prossima ed imminente riapertura delle vele».

Via comune.tempiopausania.ot.it

Olbia (OT): Casting per una nota serie TV con George Clooney

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Tra breve verranno girato all’aereporto di Olbia alcune parti di una nota serie TV che ha come produttore  George Clooney. Si  cercano quindi attori e comparse.

Ecco la comunicazione ufficiale  di ricerca del personale cui si è fatto cenno poco sopra tratta dal sito sardegnafilmcommission.it:

La Fondazione Sardegna Film Commission in collaborazione con Lotus Production srl,  Reef Studios Geasaf – Aeroporto di Olbia Costa Smeralda, ricerca, per un’importante  serie televisiva americana di prossima realizzazione, le seguenti figure:

  • Uomini e donne dai 18 ai 60 anni di corporatura esile;
  • Giovani tra  i  18  e  25  anni  taglia  48/50 disposti  a  tagliare barba  e  capelli  (look militare);
  • Bambini e ragazzi maschi dai 12 ai 16 anni;
  • Bambini e bambine dai 6 ai 10 anni di carnagione e capelli chiari;

Non verranno presi in considerazione persone con capelli rasati e con tatuaggi.

In particolare si ricercano persone dalla carnagione e/o capelli chiari, giocatori di softair, meccanici, medici, infermieri, membri di bande musicali.

È richiesta la disponibilità nel periodo 14 maggio – 21 luglio 2018.

La produzione si riserva di effettuare una preselezione all’ingresso.

Per esigenze di produzione si prenderanno in considerazione unicamente le candidature provenienti dalle sole province di Olbia-Tempio Pausania, Nuoro e Sassari.

I provini si svolgeranno nelle seguenti date e orari:

–       venerdì 20 dalle ore 09.00 alle ore 18.30

–       sabato 21 aprile dalle ore 9.00 alle ore 18.00

presso gli uffici REEF STUDIOS in via degli Inventori, Olbia.

Per  partecipare  al  casting è  necessario  presentarsi  negli  orari  indicati  muniti di  una fotocopia fronte-retro della carta d’identità e tessera sanitaria in corso di validità, codice IBAN personale o cointestato, ed eventuale copia di curriculum vitae.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’indirizzo email serietvsardegna@gmail.com

Allo stesso indirizzo potrà candidarsi chi non avesse la possibilità di recarsi al casting, inviando  una  foto  a  figura  intera  e  un  primo  piano,  cv,  documento  d’identità,  e  indicando  nome,  cognome,  data  di  nascita,  numero  di  telefono,  comune  di  residenza,  altezza e taglia.

Arzachena (OT): Congresso della Condotta Slow Food Gallura

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Nella pagina Facebook dell’evento si legge quanto segue:
Domenica 22 Aprile, a partire dalla ore 10.00 presso il ristorante Picuccia Strada Provinciale 59 Arzachena-Porto Cervo (Km 0,5) si terrà l’assemblea/congresso di Slow Food Gallura, un importante passaggio per delineare le future linee programmatiche.

Al Congresso sono benvenuti tutti coloro che vogliono avvicinarsi all’associazione e cogliere in questo momento la possibilità di conoscerci meglio, di contribuire alla discussione e portare così il loro contributo.

Slow Food sta vivendo un importante momento di cambiamento, lanciato ufficialmente con il Congresso mondiale di Chengdu. Una visione che ha nell’inclusività e nella partecipazione i suoi tratti caratterizzanti. In questo senso, quindi, va letto il percorso che coinvolgerà tutta la rete italiana e che vedrà il Congresso Nazionale, previsto per il 6, 7 ed 8 Luglio in Toscana, come tappa fondamentale, un trampolino, per la costruzione di questa nuova idea di Slow Food: una Associazione sempre più aperta, sempre più flessibile, che sappia rispondere a tutte le esigenze e volontà di partecipazione attiva di quei soggetti, persone o realtà organizzate, che ci sono vicine ma per qualche motivo non ancora partecipi a pieno titolo.

La nostra assemblea, dunque, che quest’anno prende la veste di Congresso di Condotta, sarà utilizzata proprio per capire come si pensa di rendere concreto quanto deciso dal Congresso internazionale. Saranno individuate le nostre linee guida programmatiche (che partono proprio dai documenti di Chengdu) per i prossimi quattro anni.

L’inizio dei lavori è fissato alle ore 10.30, La sede dei lavori è presso:

Ristorante Picuccia
S.P. 59 Km 0,500 – 07021 Arzachena (OT)
(sulla rotonda di fronte Gallura Arredamenti)
Tel. 0789 83109

Vi preghiamo di arrivare al congresso alle ore 10.00, mezz’ora prima dell’inizio, in modo da poter procedere alla registrazione dei presenti ed al rinnovo delle tessere.

Per chi lo desidera, PREVIA PRENOTAZIONE ENTRO VENERDI’ 20 APRILE, può poi fermarsi per il pranzo.

Per annunciare la vostra presenza, prenotare il pranzo e richiedere menù e costi potete contattare al Fiduciaria Simona Gay al 335 1634627 o inviare una mail a slowfoodgallura@gmail,com

DICHIARAZIONE DI CHENGDU
Votata dai 400 delegati partecipanti al VII Congresso Internazionale di Slow Food
Chengdu, Cina, 29 settembre – 1 ottobre 2017

Noi, rappresentanti della rete di Slow Food e di Terra Madre provenienti da 90 Paesi del mondo,

a nome di coloro che lavorando la terra la custodiscono, la curano e la conservano fertile;

a nome di coloro che preservano la salute degli oceani, la biodiversità marina, gli ecosistemi acquatici, che rappresentano per milioni di persone la più preziosa fonte di cibo e di identità gastronomica;

a nome di coloro che custodiscono e preservano i semi, salvaguardandoli dall’estinzione e dall’oblio e difendendoli dai brevetti e da logiche speculative e di privatizzazione;

a nome di coloro che tutelano e preservano i beni comuni e in particolare i suoli e la loro fertilità, l’acqua, l’aria, la conoscenza;

a nome di coloro che credono all’economia della solidarietà e della cooperazione;

a nome di coloro che si impegnano per garantire un cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti;

a nome dei co-produttori, per i quali è fondamentale conoscere il cibo che acquistano e con cui si alimentano, che vogliono garantita la propria libertà di scegliere cosa mangiare e che credono nella necessità della trasparenza e dell’accesso alle informazioni;

a nome di quanti credono nella trasmissione di saperi e competenze tra le generazioni come strumento per costruire un futuro migliore per tutti, bambini, giovani, adulti, anziani;

a nome dei popoli indigeni e di coloro che in ogni angolo del mondo lottano per l’affermazione dei loro diritti;

a nome di coloro che si sentono fratelli su questa Terra che è madre di tutti gli esseri viventi;

a nome di chiunque è ingiustamente rinchiuso, respinto o rifiutato a causa del colore della propria pelle, dell’etnia a cui appartiene, del luogo da cui proviene e di coloro che lottano perché abbia fine questa ingiustizia; a nome di coloro che credono che i diritti – inclusi il cibo, l’acqua e la terra – debbano essere riconosciuti universalmente.

DICHIARIAMO

1) Che il cibo buono, pulito, giusto e sano è un diritto di tutti e fino a quando anche solo una persona sul pianeta non ne avrà accesso, non smetteremo di batterci per garantirlo.
2) Che il mondo intero è la nostra casa e la dimensione del nostro agire è globale. La nostra rete non conosce confini. Rifiutiamo pertanto qualunque esclusione di carattere politico, economico e sociale che renda fuorilegge le persone che migrano in ragione di conflitti, violenze, discriminazioni, sfratti, povertà, calamità naturali. Combattiamo ogni pensiero e azione che espropria le fasce più deboli della popolazione dei propri diritti, che calpesta le culture indigene, che non tiene nella dovuta considerazione le donne, i giovani, gli anziani. In particolare riconosciamo, favoriamo e valorizziamo il fondamentale contributo che le donne apportano in termini di conoscenza, lavoro e sensibilità in ambito familiare, comunitario e sociale.
3) Che la salvaguardia dell’ambiente è la principale priorità del nostro agire come attivisti, agricoltori, pastori, pescatori, artigiani, studiosi, cuochi. La produzione, distribuzione e consumo di cibo non possono essere in conflitto con il diritto a godere di un ambiente sano e dei suoi frutti per le generazioni che verranno.
4) Che la diversità è la più grande ricchezza di cui disponiamo come singoli esseri umani e come collettività. Sia essa una diversità genetica, culturale, linguistica, generazionale, sessuale o religiosa.
5) Che l’iniqua spartizione delle ricchezze e delle opportunità è all’origine di sofferenze e discriminazioni e che per questo va affrontata con coraggio a tutti i livelli decisionali e operativi – a partire dal tema lavoro – per raggiungere una più equa distribuzione tra tutte le donne e gli uomini del nostro pianeta.
6) Che l’accesso alla conoscenza è un diritto di tutti e che i saperi e le competenze tradizionali devono avere la stessa dignità di quelli accademici. Solo persone informate e consapevoli possono operare scelte libere, ponderate e ragionate.
7) Che le nostre scelte quotidiane, a partire dalla tavola, possono contribuire a cambiare il mondo, e sono proprio i piccoli gesti che ognuno di noi compie più volte al giorno il primo e più importante strumento che Slow Food vuole realizzare.
8) Che ci impegniamo affinché il futuro agire di Slow Food estenda questa visione e questi diritti non soltanto agli esseri umani ma a tutto il vivente. Solo rinnovando profondamente l’organizzazione di Slow Food, solo rendendola più aperta e inclusiva e solo sperimentando nuove forme di aggregazione, di coinvolgimento e di partecipazione potremo affrontare nel modo migliore le sfide che ci attendono in futuro e contrastare coloro – pochissimi – che detengono il potere e la ricchezza e che decidono le sorti del cibo nel mondo e dell’umanità stessa.

Loro sono giganti ma noi siamo moltitudine!
Chengdu, 1 ottobre 2017