Daily Archives: 10 aprile 2018

Santa Teresa Gallura (OT): “That’s Amore” , il primo spettacolo che aprirà a Santa Teresa la rassegna “Tribù Teatrali”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

“THAT’S AMORE” è il primo spettacolo che aprirà anche a Santa Teresa la rassegna “Tribù Teatrali”! Una commedia divertentissima e che da anni riscuote un incredibile successo in tutti i teatri italiani! Risate assicurate! Appuntamento per Venerdì 13 Aprile presso il Teatro “Nelson Mandela” di Santa Teresa Gallura!

Aggius (OT): Corso “I saperi del’erboristeria”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Aggius (T), Sardinia Itay

Olbia (OT): Uffici e ambulatori dei servizi Veterinari cambiano sede

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire
OLBIA, 10 APRILE 2018 – I servizi Veterinari della Assl di Olbia (spiega un comunicato della stessa ASSL ) sede, ma restano al San Giovanni di Dio: si è concluso in queste ore il trasferimento dei servizi che son stati spostati al secondo piano della struttura sanitaria di viale Aldo Moro a Olbia.

Il Servizio di Sanità animale (Area A) e di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche (Area C)sono stati spostati dalla palazzina all’ingresso del San Giovanni di Dio, al II piano della struttura principale, con ingresso da via Borromini, la parallela di viale Aldo Moro.

L’ambulatorio per gli animali d’affezione, di anagrafe canina e dei controlli dei passaporti, sono stati invece trasferiti al piano terra del “San Giovanni di Dio”, con ingresso sempre da via Borromini.

Rimangono invariati i contatti telefonici dei servizi veterinari:
Il Servizio di Sanità animale (Area A): tel. 0789 552123
Il Servizio di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche (Area C): tel. 0789 552155

Sant’Antonio di Galura (OT): Conferenza educativa condotta da dott. Lorenzo Braina sul tema ‘L’Adolescenza tra ribellioni e silenzi’.

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Conferenza educativa dal titolo ‘L’Adolescenza tra ribellioni e silenzi’.
Si parlerà delle piccole-grandi crisi evolutive che l’adolescenza e la sua famiglia possono attraversare, spesso manifestate con grande rumore ed altre volte con forti silenzi. Si parlerà di come provare a stare accanto in ogni caso ai ragazzi. La conferenza è rivolta a tutti i genitori ed alle famiglie di ragazzi dai 12 anni in su, ma anche ad insegnanti, operatori sociali e culturali ed a tutti coloro che desiderano approfondire l’argomento.
Appuntamento dalle 17:00-19:00 al Centro Sociale – Aula Consiliare, ingresso libero.

Bortigiadas (OT): Assemblea pubblica per la presentazione del progetto “Bortigiadas Vitae”

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire
Il sindaco di Bortigiadas, Emiliano Deiana  scrive su Facebook:

ASSEMBLEA PUBBLICA per la presentazione del Progetto ”Bortigiadas Vitae”. Venerdì 13 aprile ore 18.30 Sala Consiliare

L’Amministrazione Comunale presenta alla popolazione il progetto “Bortigiadas Vitae”; un progetto di recupero di alcuni spazi urbani attraverso la collaborazione fra l’Amministrazione Comunale, le associazioni, i comitati spontanei e i cittadini singoli.

Un progetto di valenza ambientale e sociale che punta al recupero degli spazi urbani attraverso la cura del verde, la piantumazione di essenze tipiche locali come ad esempio il ciliegio con la COLLABORAZIONE dei cittadini all’interno di laboratori guidati dai professionisti incaricati dal comune.

L’assemblea ha lo scopo di presentare il progetto e di condividerlo, di accettare utili suggerimenti migliorativi e raccogliere le adesioni di gruppi organizzati e/o singoli che hanno a cuore la vita nel nostro paese, la collaborazione fra le persone e una socialità diffusa anche attraverso la cura degli spazi urbani e dell’ambiente.

L’idea – da ffinare dopo l’incontro – è quella che ciascun gruppo “adotti” uno spazio e attraverso la progettualità messa a disposizione dal comune e attraverso attività di Laboratorio lo recuperi all’uso pubblico e alla vita con l’aiuto tecnico, funzionale ed organizzativo del comune.

Per tali motivi l’Amministrazione Comunale invita tutta la cittadinanza a partecipare all’incontro che si terrà presso la Sala Consiliare venerdì 13 aprile alle ore 18,30. all’incontro parteciperanno i professionisti incaricati dal comune e sarà proiettato un breve video di presentazione dell’iniziativa.

 

Tempio Pausania (OT): Raccolta sangue ;)

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Ecco l’appuntamento periodico con la donazione, medici, infermieri e i volontari dell’avis Tempio-Aggius vi aspettano con un sorriso, tanta cordialità e un piccolo ristoro. non mancheranno i gadget e l’unico requisito richiesto è recarsi al centro trasfusionale del’ Ospedale Civile Paolo Dettori  di Tempio e donare!

Tempio Pausania (OT): L’avvocato Edvige Baldino è il Garante dei diritti dei Detenuti e delle persone private della libertà personale.

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

(Comunicato del comune di Tempio Pausania )

Anche la Gallura ha il suo Garante dei diritti dei Detenuti e delle persone private della libertà personale. Il Comune di Tempio ha voluto essere uno dei primi e dei pochi in Italia a dare attuazione alle direttive, innanzitutto comunitarie, che ne prevedono la nomina sia a livello nazionale che territoriale. Un incarico delicato e di fondamentale importanza per la tutela dei diritti umani che il Sindaco di Tempio ha deciso di affidare all’avvocato del Foro di Tempio Edvige Baldino che lo ricoprirà  a titolo gratuito per cinque anni.

“Abbiamo ritenuto di fondamentale importanza che il nostro territorio ed in particolare la città di Tempio, la prima in Italia che ha deciso di promuovere e sperimentare pratiche riparative ad ampio raggio, avesse una figura di riferimento per la tutela dei diritti dei detenuti” spiega il Sindaco di Tempio Andrea Biancareddu “ in grado di aiutare non soltanto quelli che vengono ospitati nel carcere di Nuchis”.

Compito del Garante è quello di vigilare affinché l’esecuzione della custodia dei detenuti, degli internati, dei soggetti sottoposti a custodia cautelare in carcere o ad altre forme di limitazione della libertà personale, sia attuata in conformità alle norme e ai principi stabiliti dalla Costituzione, dalle convenzioni internazionali sui diritti umani ratificate dall’Italia, dalle leggi dello Stato e dai regolamenti. A tal fine previa redazione dei relativi protocolli di intesa, può visitare gli istituti penitenziari, gli ospedali psichiatrici giudiziari e le strutture sanitarie destinate ad accogliere le persone sottoposte a misure di sicurezza detentive, le comunità terapeutiche e di accoglienza o comunque le strutture pubbliche e private dove si trovano persone sottoposte a misure alternative alla detenzione, nonché le camere di sicurezza delle forze di polizia. In tali luoghi può effettuare colloqui con i detenuti o privati della libertà. Altri compiti riguardano la promozione e l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile e sociale e di fruizione dei servizi comunale di tali soggetti ed iniziative e momenti di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti delle persone private della libertà personale e della umanizzazione della pena detentiva”.

“La presenza nel territorio, non soltanto comunale, del Garante dei diritti dei detenuti e delle persone private della libertà, è di fondamentale importanza anche in funzione del sostegno che può fornire alle famiglie di tali soggetti” racconta la Garante Edvige Baldino “Ciò a prescindere dal fatto che il parente sia detenuto nel carcere di Tempio (Nuchis) o in altre carceri dell’isola o del continente, poiché grazie alla rete dei garanti territoriali e alla presenza del Garante Nazionale, è possibile interagire e comunicare con tutti gli istituti regionali e nazionali”. Spiega ancora l’avvocato Edvige Baldino “Al riguardo occorre sottolineare che il disagio dei familiari dei detenuti “galluresi” è dovuto in particolar modo al fatto che l’attuale carcere di Nuchis, dopo la chiusura della storica “Rotonda” che era Casa Circondariale, è stato trasformato in corso d’opera in Casa di Reclusione per ospitare quasi esclusivamente detenuti di alta sicurezza (AS3) provenienti dal sud Italia. In sostanza i detenuti sardi e in particolare della Gallura e i condannati con sentenze emesse dal Tribunale di Tempio o i soggetti in custodia cautelare in attesa di giudizio presso il nostro Tribunale, non possono essere ospitati presso il carcere di Tempio, ma vengono “smistati” negli altri istituti sardi, con grave disagio, oltre che per gli stessi detenuti allontanati dalle famiglie, per i familiari, per gli operatori penitenziari e giudiziari (avvocati e magistrati spesso costretti a recarsi presso i vari istituti). Oltre al denaro e alle risorse pubbliche utilizzate di volta in volta per il trasferimento dei detenuti presso il Tribunale di Tempio. Il nuovo carcere di Nuchis doveva essere come quello di Bancali (Sassari) in parte casa circondariale e in parte casa di reclusione per l’alta sicurezza” conclude l’avvocato Baldino “ ma come spesso avviene nelle “pubbliche promesse” è stato distrutto quello che già esisteva”.

Il Garante riceve presso il Comune di Tempio, stanza n.8, primo piano del Palazzo municipale, anche su appuntamento ogni giovedì, telefonando al numero 079/679963 , dalle 16.00 alle 18.00.