Monthly Archives: febbraio 2018

Palau (OT): Al CineTeatro Montiggia: il 2 marzo in scena la brillante pièce “Separazione”, con Marina Thovez e Mario Zucca

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Una commedia che descrive la nascita di un’amicizia tra un autore di successo, vittima della sindrome da pagina bianca e prigioniero delle sue fobie e l’artista che vorrebbe rappresentare uno dei suoi testi.

Creature diverse, ma per certi versi complementari, i due finiranno per trovarsi – al di qua e al di là dell’oceano – fino ad idealmente avvicinarsi: come sottolinea Marina Thovez nelle note di regia: «Non possiamo eliminare le nostre debolezze, ma possiamo innamorarci dei difetti degli altri».

CineTeatro Montiggia di Palau
Via Nazionale 113
Venerdì 2 marzo 2018, h. 21

Per info su biglietti e abbonamenti: www.cedacsardegna.it, tel.328.2397198
Via palau.it

La Maddalena. Beffati allora e ri-beffati oggi. La vicenda G8 continua a schiaffeggiare l’isola

Ricordo bene il periodo 2014/2015 in cui come Comitato Risarcire Maddalena avevamo cercato di riaccendere i riflettori sulla vicenda del mancato G8 a La Maddalena e sulla necessità di risarcire la cittadinanza per quel danno grave e quella beffa determinati da un Governo che aveva prima illuso la cittadina di La Maddalena con la promessa di uno sviluppo turistico ed economico per l’isola grazie al G8 e poi, crollata l’illusione e creato un danno ambientale, economico e sociale incalcolabile, era scappato lasciando macerie. Così come ricordo i protagonisti di quella “vertenza” che insieme a noi cercarono di cambiare il corso degli eventi. Gli abitanti di La Maddalena che firmarono, numerosi, gli appelli del Comitato, gli organi di stampa, tutti proiettati alla più efficace diffusione della controversia, ed anche l’ex sindaco Comiti, che, nonostante fosse stato tirato anche bruscamente per la giacchetta dal Comitato, si è sempre dimostrato dentro la questione, ed ha seguito personalmente le vicende malgrado l’isolamento, fisico ma anche politico che, si percepiva, lo avevano allontanato dai centri decisionali di Cagliari. Ed è stato lui a fornirci allora le informazioni necessarie relative a quel processo attraverso il quale lui pensava di poter legittimamente ottenere il riconoscimento di un danno arrecato alla popolazione, mentre noi del Comitato guardavamo più alla possibilità di un coinvolgimento politico e operativo della Regione Sardegna. Così come è stato Comiti a indicarci, e a farci parlare con colui che, l’avvocato Ragnedda, per il Comune, aveva approntato e stava seguendo la pratica di costituzione di parte civile nel processo “alla cricca”.  Quindi siamo, ed io personalmente, testimoni dell’interesse della vecchia amministrazione per quel processo e per l’intera vicenda G8.  Per questo mi dispiace sentire oggi le accuse di negligenza e trascuratezza che il sindaco Montella attribuisce al suo predecessore quando fu proprio lui, Montella, in piena campagna elettorale per il Comune, ad informarmi della notizia scaturita dalla lettura del lodo arbitrale che identificava La Maddalena come unica danneggiata dalle conseguenze del mancato G8. Mi parve di capire, allora, che una volta eletto sindaco, la nuova amministrazione avrebbe facilmente potuto “cavalcare” questa dichiarazione ufficiale e averne beneficio nel processo, stante il fatto che la lista di candidati al Comune vedeva una massiccia presenza di avvocati. Fu per me quasi una rassicurazione, del fatto che non ci fosse più bisogno di un Comitato cittadino perché il sindaco in persona si prendeva simbolicamente il carico della nostra battaglia. Anche un’assunzione di responsabilità dunque, nei confronti delle migliaia di cittadini che avevano sostenuto gli appelli del Comitato. Ma oggi, purtroppo si scopre che l’amministrazione Montella, nata sotto gli auspici dell’attivismo e dell’efficienza, ha dimenticato quel processo, ha abbandonato, se mai l’avesse intrapresa, la strada del sostegno istituzionale e legale alle istanze della cittadinanza, ritrovandosi oggi con la beffa di non aver visto riconosciuto il congruo risarcimento per quel danno che gli sarebbe spettato. E…difendersi attaccando i vecchi amministratori, non giova alla ricerca della verità su chi, irresponsabilmente, ha trascurato di seguire con la testa e con il cuore l’intera vicenda processuale. Perché sull’assunzione politica del risarcimento del danno per gli abitanti de La Maddalena, ancora stiamo aspettando gesti ufficiali e conclamati.

 

Santa Teresa Gallura (OT): Corso di formazione per addetti antincendio

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Domande d’ammissione entro 05/03/2018

Tempio Pausania (OT): Domani riaprono le scuole

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

(Comunicato del comune di Tempio Pausania)

Dopo lo stop di lunedì e martedì deciso con ordinanza dal Sindaco in previsione dell’ondata di maltempo e delle possibili nevicate, le scuole cittadine riaprono. Le lezioni riprendono regolarmente per gli scolari e gli studenti di Tempio. Con due giorni di ritardo sul calendario, quindi, si torna in classe. Non essendo prevista neve da parte delle autorità della Protezione Civile per la città nella giornata di mercoledì 28 febbraio non sussistono le condizioni per prorogare l’ordinanza relativa alla chiusura delle scuole. A comunicarlo Andrea Biancareddu che in ogni caso raccomanda prudenza e invita tutti ad una maggiore attenzione.

Nevicata

Nevicata. La metamorfosi del mondo avviene in silenzio.
Heinrich Wiesner

nevicata

La Maddalena (OT): Anche l’arcipelago imbiancato

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Ph. by Family Production

 

La Maddalena 27 febbraio 2018. L’ondata di freddo siberiano che sta flagellando l’Italia ha colpito anche l’arcipelago maddalenino con un forte nevicata iniziata intorno alle 23.30 di ieri e che, al di là dei comprensibili disagi, ha creato panorami fiabeschi e mozza fiato. Un”avvenimennto tanto raro quanto bello.

Tempio Pausania (OT): Burian non molla. Neve e gelo in città

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Tempio Pausania 27 febbraio 2018. L’ondata di freddo intenso proveniente dalla Siberia continua ad interessare la cittadina gallurese che questa notte è stata colpita da una forte nevicata. Nevicata che, peraltro, ha coinvolto tutta la Gallura ed ha imbiancato anche Olbia.

In questi casi è utile attenersi a quanto indicato dall’ordinanza comunale con la quale son state chiuse le scuole pubbliche locali:

non uscire di casa in caso di forte nevicata;

•  non sostare vicino ad edifici pericolanti ed alberi;

• uso degli autoveicoli solo in caso di effettiva necessità;

e ricordare che dal 15 Novembre al 15 Aprile, sulle strade statali e provinciali esterne all’abitato, è in vigore l’obbligo di circolazione con veicoli equipaggiati con pneumatici invernali o, in alternativa, di detenere a bordo le prescritte catene da utilizzare in caso di necessità;

Olbia (OT): Risveglio sotto la neve

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Olbia 27 febbraio 2018. Il tempo gelido dalla lontana Siberia è arrivato sue coste galluresi. Olbia, si  svegliata, oggi sotto, una coltre di neve di pochi centimetri. La temperatura è intorni ala zero. L’insolita situazione creerà qualche disagio sopratutto nel traffico, ma anche molto divertimento sopratutto tra i più giovani che già dal primo mattino stanno cercando di organizzarsi per giocare e ove possibile fare qualche piccola sciata anche con mezzi fortuna.

Le scuole pubbliche, lo ricordiamo, sono chiuse in cuttà come in gran parte della Gallura in seguito all’

Ordinanza di chiusura delle scuole cittadine causa condizioni meteorologiche avverse.