Daily Archives: 12 novembre 2017

Contro i zozzoni in barca …il Comune di Arzachena corre ai ripari e rivoluziona il servizio rifiuti

Figo! E’ l’unica esclamazione che mi viene in mente alla lettura della notizia che riguarda il Comune di Arzachena. L’amministrazione comunale in questione, che ha giurisdizione sui porti della Costa Smeralda e confina in mare con il Parco dell’Arcipelago de la Maddalena, ha avuto un’idea geniale ancorché fortemente ecologica: la raccolta differenziata “barca a barca”, ovvero un servizio gratuito  per tutte le barche da diporto che getteranno l’ancora nel mare di Arzachena e che potranno consegnare i sacchi dei rifiuti prodotti durante la navigazione, agli addetti alla raccolta, direttamente dalle imbarcazioni. Una rivoluzione nello smaltimento dei rifiuti, rivoluzione che sarà finanziata dal ministero dell’Ambiente. Il Comune metterà a bando, al più presto, il servizio, garantendo dunque un principio di tutela e di protezione del proprio mare, ma anche una spinta in avanti importante verso la gestione virtuosa del ciclo dei rifiuti. La ditta che si aggiudicherà il servizio sarà chiamata a farsi carico della raccolta, trasporto, scarico e recupero dei rifiuti, anche di quelli esausti, dei residui oleosi e di quelli speciali. Una misura apprezzabilissima che risponde concretamente all’emergenza, sentita fortissimamente da turisti e cittadini, di risolvere il problema della spazzatura che soprattutto d’estate invade e deturpa miseramente ogni angolo, ogni spiaggia, in uno scaricabarile insostenibile tra istituzioni, che anziché provare a risolvere la situazione, si rimpallano le responsabilità, senza muovere un dito.  Anche quest’anno abbiamo assistito alle varie iniziative di pulizia “volontaria” delle spiagge, ma  da nessuna parte si è visto uno straccio di piano integrato di “aggressione” del fenomeno. Perché è proprio questo che manca alle istituzioni deputate alla gestione dell’area dell’Arcipelago de la Maddalena, dove insistono la maggior parte dei natanti in estate: un progetto spinto di “aggressione” del fenomeno dell’emergenza dei rifiuti a terra e a mare.  Per questo, la luce alla fine del tunnel, che si intravede con l’iniziativa del Comune di Arzachena apre uno squarcio e consente qualche speranza…..